Archiviata l'accusa di corruzione per Mangialardi: l'avvocato Magistrelli, "Si possono spendere soldi pubblici così?"

1' di lettura Fano 03/06/2020 - Il giudice del tribunale di Ancona ha archiviato l'accusa di corruzione, chiesta per il sindaco Maurizio Mangialardi, nell'ambito dell'indagine per l'affidamento della gestione della piscina delle Saline alla Uisp nel dopo alluvione del 2014.

Per quei rinnovi alla Uisp senza gara d'appalto, che ha coinvolto anche gli assessori delle giunte dei due mandati del sindaco Mangialardi, il primo cittadino aveva sempre sostenuto il "carattere d'urgenza, resosi necessario per far ripartire una struttura importante per la città subito dopo l'alluvione".

“Archiviato vuol dire che già dall’indagine la Procura ha visto che non c’è il reato. “Assolto” invece vuol dire che è stato fatto il processo e non sono state riscontrate colpe o errori. Quindi da subito i pm hanno visto che la corruzione non esiste con Mangialardi -commenta l'avvocato Marina Magistrelli, legale del sindaco Mangialardi- Adesso l’inchiesta andrà avanti per valutare tutto e alla fine si vedrà. Essere indagato per corruzione per aver partecipato per 20 minuti ad una cena senza toccare cibo sarebbe stato veramente sconcertante. Adesso chiariremo gli altri capi di imputazione (come l'abuso di ufficio ndr), ma alla fine bisognerà tirare una riga su tutto e vedere se si possono far spendere i soldi pubblici così".






Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2020 alle 21:45 sul giornale del 04 giugno 2020 - 290 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bm6N