Digestore, Pd: "Urgente recuperare un percorso condiviso con Marche Multiservizi"

1' di lettura Fano 02/06/2020 - Il Partito Democratico di Fano conferma la strategicità e l'importanza degli accordi sottoscritti nel 2014 tra ASET S.p.A. e Marche Multiservizi per la compartecipazione delle due società alla realizzazione degli impianti per il trattamento dei rifiuti nella provincia di Pesaro ed Urbino.

L'accordo sottoscritto allora, prevedeva che a Tavullia si realizzasse l'impianto TMB (trattamento Meccanico e biologico dei rifiuti domestici) e nel territorio di Fano si realizzasse il digestore anaerobico per il trattamento dell'umido (FORSU) e del verde. L'accordo è stato recepito da ATA Marche Nord e le disposizioni del piano regionale prevedono che per la provincia di Pesaro e Urbino si realizzi un unico impianto per i bisogni dell'intera provincia.

Ribadiamo la necessità di proseguire questo 'percorso' insieme e pertanto ci risulta incomprensibile la scelta di Marche Multiservizi, seppur consapevoli dei ritardi, a procedere unilateralmente senza una preventiva condivisione dei progetti e degli intenti con i referenti del comune di Fano e con i vertici della società Aset. Sollecitiamo Sindaco, Giunta e vertici Aset ad adoperarsi con la massima urgenza affinché ciò avvenga e, nel frattempo, il Partito Democratico continuerà a monitorare e a lavorare con determinazione al raggiungimento degli obiettivi strategici che l'Amministrazione ed ASET S.p.A. si sono posti sin dall'inizio del mandato.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2020 alle 12:00 sul giornale del 03 giugno 2020 - 388 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, partito democratico, pd, aset, digestore, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bm1h





logoEV
logoEV