Implementazione e miglioramento dei servizi, 800mila euro dalla Regione all’Ats6. La ripartizione tra i Comuni

Soldi 2' di lettura Fano 25/05/2020 - In arrivo per l’Ambito Territoriale Sociale 6, di cui Fano è ente capofila, 826.484,40€ per l’implementazione/miglioramento dei servizi erogati, da concludersi entro il 30/06/2022.

Il Comitato dei Sindaci dell'Ambito Territoriale n. 6, il 29/10/2019 aveva approvato il progetto “Ulteriore implementazione e miglioramento dei servizi erogati dall’Ambito Territoriale Sociale 6”, delegando l’Ente capofila dell’ATS 6, Comune di Fano, a presentarlo con la richiesta di finanziamento in un Bando Regionale che trova copertura in parte da fondi regionali e in parte da fondi europei (POR FSE 2014-2020)

La Regione Marche con Decreto Dirigenziale n. 135 del 07/05/2020, ha approvato la graduatoria di tutti i progetti dei 23 ambiti sociali della Regione Marche e l’ATS6 di Fano, con punteggio di 91,62, si è posizionato al sesto posto ottenendo un finanziamento di 826.484,40 che sarà utilizzato per implementare i seguenti servizi:

Servizio di segretariato sociale Servizio sociale professionale (assistenti sociali) Tirocini di inclusione sociale (TIS) e tutoraggio; Assistenza educativa e Sostegno alle funzioni genitoriali; Servizio socio-educativo estivo

“Dopo l’approvazione della nuova convenzione siglata a inizio anno - afferma l’assessore al Welfare di Comunità, Dimitri Tinti -, questo finanziamento rappresenta una bella boccata d’ossigeno per sviluppare nei prossimi anni il percorso virtuoso di gestione associata che insieme agli altri Comuni ci siamo prefissi per dare risposte sempre più appropriate e qualificate ai cittadini della nostra comunità”.

A queste risorse andranno poi ad aggiungersi quelle che arriveranno ai 9 Comuni dal riparto dell’avanzo di Ambito disponibile al 31.12.2017, così come stabilito nell’ultima deliberazione del Comitato dei Sindaci dello scorso 23 maggio

L’importo dell’avanzo, pari a complessivi € 311.362,37, è stato ripartito sulla base di criteri condivisi che potessero rappresentare un sostegno significativo anche per i Comuni di minori dimensioni: il 10% in quota uguale per tutti i Comuni e il 90% in quota proporzionale sulla base della popolazione residente al 1 gennaio 2019. In questo modo le risorse risultano così ripartite:

Fano 170293,42,€ Fratte Rosa 6024,91€ Mondavio 13920,96€ Mondolfo 42816,49€ Monte Porzio 11229,56€ Pergola 20317,82€ San Costanzo 16371,17€ San Lorenzo in Campo 12572,51€ Terre Roveresche 17815,53€

“Sono risorse importanti - conclude Tinti - e necessarie in questo periodo di emergenza e, insieme agli altri sindaci, abbiamo optato per lasciare piena autonomia ad ogni singolo comune nell'impiego di tali risorse, anche se le ipotesi prevalenti sono le misure di sostegno all'emergenza sociale e il finanziamento della riapertura dei Centri estivi per minori la cui riorganizzazione, in modalità nuove e sperimentali, risulterà maggiormente onerosa”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2020 alle 16:04 sul giornale del 26 maggio 2020 - 223 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, soldi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bmqc