Addio allo dott. Alberto Tornati. Area Vasta 1: "Umanità e ironia le sue prerogative"

1' di lettura Fano 18/05/2020 - In questa triste primavera, un altro medico, il dr. Alberto Tornati, se ne è andato. Psichiatra all’Ospedale Psichiatrico S. Benedetto di Pesaro, Primario Psichiatra a Urbino e poi a Cagli, conclude la sua lunga e proficua attività professionale nella nostra città, in qualità di Direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Pesaro.

E' stato un protagonista all'interno della Società Italiana di Psichiatria, non solo nella sua articolazione regionale, ma anche nel suo direttivo nazionale. Data la sua infinita curiosità, si è dedicato con passione e continuità all’attività di Professore di Psichiatra Sociale e di Clinica delle Minorazioni presso l’Università degli Studi di Urbino. Infine per lunghi anni ha insegnato psichiatria presso l’Università dell’Età Libera di Pesaro, corsi sempre frequentatissimi.

Ma più che per le doti mediche va ricordato per la sua tranquillità ed equilibrio che gli hanno consentito di incontrare e mettere in pratica il cambiamento nell’assistenza psichiatrica conseguente alla legge 180, inscrivendola nella ricca e intelligente tradizione della psichiatra pesarese, con il risultato di una costante attenzione alla valorizzazione e alla cura delle persone malate al di là delle rigide ideologie. E stato per molti di noi un collega stimatissimo e chi lo ha conosciuto ricorda la acuta intelligenza, la capacità di ironia, la disponibilità umana verso colleghi.


Il Direttore di Area Vasta 1, i colleghi passati e presenti della AV1.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2020 alle 17:15 sul giornale del 19 maggio 2020 - 1625 letture

In questo articolo si parla di sanità, cronaca, fano, asur, pesaro, asur marche, medici, area vasta 1, lutti, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/blVD