Fase 2 a Mondolfo: cosa si può fare e cosa no. Parchi e giardini ancora chiusi

marotta 3' di lettura Fano 04/05/2020 - I cimiteri che riaprono, le spiagge di nuovo accessibili per passeggiare, l’attività motoria all’aperto con molti meno paletti. Anche a Mondolfo si allarga la morsa delle restrizioni. È la cosiddetta ‘Fase 2’. Durante la quale, però, parchi e giardini pubblici resteranno ancora chiusi. Almeno per ora. E lo stesso vale per il Centro Ambientale di via Valcesano.

È quanto disposto dal Comune di Mondolfo. Dove – come anticipato – tra le altre cose, da lunedì 4 maggio, è possibile tornare a far visita ai propri cari che non ci sono più. Un’apposita ordinanza del sindaco Nicola Barbieri ha infatti stabilito la riapertura del cimitero comunale, dov’è consentito l'accesso – tutti i giorni dalle 7 30 alle 19 - soltanto con mascherina e guanti mantenendo la distanza di sicurezza dalle altre persone. Gli ingressi saranno regolati dai volontari della protezione civile.

E le passeggiate? Sono il grande dilemma degli ultimi giorni, anche alla luce di disposizioni nazionali non del tutto chiare. Quel che è certo è che a Marotta si può già tornare in spiaggia. Qui si può passeggiare rigorosamente da soli, rispettando il distanziamento sociale. Ma – va detto – sono vietati gli assembramenti e le soste sull’arenile. Eventuali violazioni saranno punite attraverso una sanzione amministrativa di 400 euro.

Se sarà dunque possibile riversarsi sulla spiaggia di Marotta – rigorosamente non in massa e rispettando le disposizioni appena elencate -, altrettanto non si può dire per parchi e giardini. “Abbiamo deciso di ritardarne l'apertura – ha affermato Barbieri -, ma stiamo predisponendo tutte le misure per garantire una corretta attività di controllo. Inoltre, nei prossimi giorni, sono previsti gli interventi di manutenzione del verde sugli stessi”.

Niente passeggiate né jogging nella natura, dunque, ma sì all’attività motoria e sportiva all’aperto. “È consentito lo spostamento individuale per attività motoria e attività all'aria aperta – ha continuato il sindaco -, anche con bicicletta, con divieto di assembramento e con l'obbligo di rispetto della distanza di due metri dalle persone, salvo quelle accompagnate in quanto minori o non autosufficienti utilizzando mascherine e guanti o garantendo l'igiene con idoneo liquido igienizzante. Le attività motorie sportive possono essere svolte in maniera individuale, sempre nel rispetto delle norme di precauzione del distanziamento sociale e dell'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale per quanto applicabili”.

Inoltre, l’inizio della Fase 2 non porterà alla riapertura del Centro Ambientale di via Valcesano 83, lungo la strada pergolese, che resterà chiuso al pubblico fino al 17 maggio compreso. Si garantisce comunque il servizio di ritiro domiciliare di ingombranti e sfalci su prenotazione, telefonando al numero verde 800584267 (dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16) o via mail (mondolfoambiente@onofaro.it).

Si segnala, infine, l’annullamento dell’edizione 2020 del Premio Nazionale “Il Coraggio delle Donne”, previsto tra maggio e la prima metà di giugno (qui i dettagli).

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2020 alle 15:25 sul giornale del 05 maggio 2020 - 921 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, marotta, Simone Celli, coronavirus, fase 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkRB





logoEV
logoEV