Credito alle imprese, Ruggeri contro Carloni: "Già proposto dal M5S, ma lui non c'era al momento del voto"

1' di lettura Fano 03/04/2020 - Il consigliere regionale Carloni pare essersi accorto un po’ tardi dell’assurdità della delibera regionale del 2014 che impone, per i finanziamenti alle piccole e medie imprese fino a 150.000€ garantiti dallo Stato attraverso il Fondo di Garanzia presso il Mediocredito Centrale, un ulteriore passaggio attraverso i Confidi della Regione. Si tratta in effetti di una intermediazione inutile ed onerosa da parte di organismi locali collegati alle associazioni di categoria ed alla politica regionale.

Impedire alle imprese marchigiane un accesso diretto al Fondo di Garanzia presso il Mediocredito Centrale, contrariamente a quanto avviene nella stragrande maggioranza delle Regioni, è oltremodo penalizzante, è vero. I Confidi posso esprimere le loro apprezzabili funzioni in altri ambiti. Specialmente in questo momento è fondamentale, oltre che mettere in campo nuove risorse come sta già facendo il Governo, anche snellire la burocrazia ed eliminare le intermediazioni inutili, e tutti devono fare la loro parte.

Peccato che queste cose noi del Movimento 5 Stelle le abbiamo proposte in Regione Marche già nel 2017, con la mozione presentata e discussa in Consiglio Regionale il 19 settembre di quell’anno, che potete leggere sotto. Mozione naturalmente bocciata. E il consigliere Carloni dov’era? Ops… era assente.



Marta Ruggeri
Movimento 5 Stelle Fano








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2020 alle 23:44 sul giornale del 04 aprile 2020 - 202 letture

In questo articolo si parla di fano, imprese, politica, mirco carloni, marta ruggeri, MoVimento 5 Stelle Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bi1I





logoEV