Mondolfo: Coronavirus, alla casa di riposo arrivano i Medici Senza Frontiere. Chiesta assistenza medica h24

1' di lettura 31/03/2020 - "E' stata accolta da Asur e Regione la nostra richiesta di ricevere il supporto di "Medici Senza Frontiere" al Centro residenziale per anziani "Nella Carradorini" di Mondolfo".

Ad annunciarlo il sindaco Barbieri, dopo che alcuni giorni fa aveva fatto richiesta di supporto, vista la situazione della casa di riposo, dove erano 16 le persone contagiate.

"Vista la situazione di criticità, martedì mattina il team di MSF è alla Casa di riposo.
Ci tengo a ringraziarli a nome di tutta la comunità. La loro esperienza in missioni umanitarie nella gestione di epidemie complesse è un supporto importante per il personale della cooperativa Cooss Marche che ha in concessione la struttura.

Inoltre, assieme a tutti i Comuni dell'Ambito sociale n.6, abbiamo chiesto ad Asur-Area Vasta n.1 di attivare con urgenza un'assistenza medica continuativa (h24) a beneficio delle strutture residenziali al fine di vedere riconosciuta appieno la tutela del diritto alla salute dei nostri anziani".






Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2020 alle 11:38 sul giornale del 01 aprile 2020 - 1084 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, mondolfo, redazione, Medici Senza Frontiere, Sara Santini, articolo, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biKf





logoEV