Nuova Fano: "Il Santa Croce smantellato ma continuano a dire di averlo mantenuto"

4' di lettura Fano 24/02/2020 - Il triunvirato formato dal Vice presidente del consiglio regionale del PD Minardi, dal suo collega Consigliere Regionale Traversini e dal Sindaco di Fano Massimo Seri si espone a tal punto di volerci far credere di essere i salvatori della nostra sanità mentre invece ne sono gli autori nonché complici della sua distruzione. Così esordisce la Nuova Fano che risponde agli esponenti del PD e al Sindaco Massimo Seri.

E’ proprio vero che quando si avvicina la campagna elettorale e aumenta il timore a qualcosa devono aggrapparsi e quindi tornano a raccontare la solita tiritera già ripetuta più volte in tempi non remoti.

Sanno benissimo, soprattutto il Sindaco, che il documento che ha firmato insieme al Presidente della Regione Ceriscioli (delibera 523 del 23 aprile 2018) cambia lo status del Santa Croce da Ospedale a Stabilimento ma si ostinano nel dire di aver mantenuto l’Ospedale.

Nel nuovo piano sanitario a pag. 53 non solo il Santa Croce diventa un cronicario, come di fatto è già adesso, ma una Casa della salute in cui non è più contemplato un vero Pronto soccorso, con il codice rosso, che secondo il progetto della Regione dovrà essere unico e Provinciale quindi a Pesaro come di fatto lo è già .

Ricordo che il Presidente della Regione, anche nei documenti passati in questi anni, ha sempre precisato che tra Fano e Pesaro ci sarebbe stata una sorte di integrazione dopo la costruzione dell’Ospedale Unico che ora chiamato Nuovo Ospedale di Area Vasta.

Che strano che il Santa Croce invece è stato silenziosamente smantellato dei Reparti specialistici, dei Primari nonché della Chirurgia di Urgenza H24 in favore del San Salvatore di Pesaro. Eppure del Nuovo Ospedale ancora non c’è neanche un mattone.

Il Consigliere Regionale Minardi esulta vittorioso e dichiara, come se facesse un dispetto a qualcuno, che la delibera 523 firmata dal Presidente della Regione e dal sindaco di Fano, considerata dal sottoscritto e dal Comitato Pro-ospedali Marche carta straccia, ora fa parte del nuovo Piano sanitario regionale e per cambiarla, prosegue, non bastano più delibere di giunta ma ci vuole una decisone di tutto il consiglio regionale. Questa dichiarazione, incalza Pollegioni della Nuova Fano, conferma che abbiamo solo una possibilità e non possiamo perderla: quella di MANDARLI A CASA ALLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI! SOLO COSI’ POSSIAMO SALVARE LA NOSTRA SANITA’! Inoltre, forse non sapendo come giustificare i fallimenti, fanno ricomparire quei fantasmi che si materializzano in campagna elettorale per poi scomparire di nuovo . La clinica privata con quei fantomatici 50 posti letto convenzionati (solo per Ortopedia) che non sono solo per i cittadini di Fano ma per tutta la Regione e per chi arriva da fuori Regione ( diciamola tutta ), la solita RSA.

Riguardo, invece, alla barzelletta dei 20 milioni di euro per la costruzione della strada per Pesaro dimenticano di aver dichiarato, già un anno fa, che quello stanziamento non bastava e per costruire quella strada ce ne sarebbero voluti circa 140 tant’è che il Sindaco Seri dichiarò ironicamente che per andare a Pesaro avremmo dovuto prendere l’autostrada.

Forse questi signori amministratori non si sono ancora resi conto che i cittadini vedono, capiscono e purtroppo, al momento del bisogno, toccano con mano che il loro diritto a curarsi è andato a farsi benedire. Inoltre con quella firma, della delibera 523, si sono assunti la responsabilità dello smantellamento, come a Fano, di molti Ospedali della Regione Marche.

Ora tocca anche anche al Reparto nascite del Santa Croce. Mi giunge notizia che si cerca di sensibilizzare le future mamme a far nascere i bambini a Pesaro. Non mi meraviglio, se questa voce fosse vera, perché nel 2019 a Fano sono nati 600 bambini, più di Pesaro, e se la legge Balduzzi mantiene i reparti sulla base del numero delle nascite faranno in modo di far salire il quorum di Pesaro così da poter trasferire presto anche questo Reparto così i bambini fanesi nasceranno pesaresi.

Vero quindi il detto che Fano la si sta facendo diventare sempre più frazione di Pesaro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2020 alle 09:59 sul giornale del 25 febbraio 2020 - 841 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Circolo Nuova Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgEU





logoEV
logoEV