Bambini con gravi disabilità: arriva un corso gratuito di "idrokinisiterapia". I dettagli

2' di lettura Fano 15/02/2020 - Si chiama Idrokinesiterapia ed in sostanza è l’attività di riabilitazione in acqua, dove un corpo, immergendosi, si alleggerisce di circa il 90%. Quest’attività, oltre a essere di grande aiuto per tutti colori alle prese con il recupero da infortuni, è fondamentale per chi soffre di gravi disabilità perché facilita l’attività fisica e i movimenti permettendo di fare esercizi altrimenti impossibili da eseguire all’esterno.

Sta tutta in questa premessa l’importanza del progetto che partirà il 10 marzo alla piscina Centro Naiadi di Marotta grazie ad Asi Pesaro-Urbino e Agfh (Associazione Genitori Figli con disabilità) rivolto a famiglie con figli affetti da disabilità gravi, le quali avranno a disposizione questo strumento in maniera totalmente gratuita.

“Poiché stiamo parlando di disabilità gravi – spiega Francesca Petrini, presidente di Asi Pesaro-Urbino - i movimenti in acqua sono molto, molto limitati quindi il primo grande ostacolo da superare è stato trovare un impianto con la temperatura dell’acqua a 33/34 gradi, impianto che a Fano ad oggi non è presente. Fortunatamente abbiamo avuto modo di frequentare la piscina Centro Naiadi di Marotta, realizzata gestita dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Marotta Mondolfo, e dedicata proprio a situazioni particolari ed ad una temperatura perfetta per la realizzazione del progetto”.

“Il secondo grande ostacolo - spiega Francesca Busca, vicepresidente AGFH - è stato quello economico in quanto un progetto di questo tipo necessita di spazi acqua dedicati in esclusiva, e di un rapporto minore/adulto 1 a 1 con la presenza di un insegnante per due, massimo tre bambini. Con grande sensibilità, la Regione Marche ha trovato le forze economiche per sostenerci e quindi tra poche settimane per 12 bimbi inizierà questo percorso che li porterà in acqua, con le loro mamme, 2 volte a settimana per tutto l’anno”.

I bambini, in acqua si sentono liberi dalla forza di gravità, svanisce la paura e lo stato d’ansia di perdere l’equilibrio, si riduce la compressione sulla colonna, si sentono psicologicamente tranquilli. Inoltre c’è tutta l’importanza dell’imparare a prendere confidenza con l’acqua, del giocare in acqua, del socializzare. Ecco dunque spiegata l’importanza di tale iniziativa che ancora una volta dimostra come Asi Pesaro-Urbino e Agfh siano in prima linea per realizzare progetti importanti in ambito educativo e sociale.

I posti a disposizione sono 12. Per informazioni sul progetto ed adesioni rivolgersi alla segreteria di AGFH in Via Gasparoli 60 a Fano oppure telefonare al n. 340. 1671958

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2020 alle 17:03 sul giornale del 17 febbraio 2020 - 640 letture

In questo articolo si parla di attualità, bambini, marotta, piscina, bambini malati, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgkv





logoEV