Nuova Fano: "Il commissariato non ha bisogno delle briciole, ma di atti concreti una volta per tutte"

3' di lettura Fano 12/02/2020 - L’arrivo del personale al Commissariato di Fano è sempre una buona notizia ed è di estremo bisogno. Però c’è poco da esultare, riferito al Deputato Rossini dei Cinque Stelle, perché è da qualche anno che si sta gridando aiuto per alleviare le sofferenze del nostro Commissariato e purtroppo anche in questa occasione si grida vittoria mettendo una toppa in uno squarcio che ogni anno è sempre più grande.

Purtroppo l’organico è fermo al 1990 e 42 persone di cui tre nel ruolo civile non è sufficiente per la terza città delle Marche.

Sono 6 gli agenti andati in pensione e altrettanti andranno in pensione nel futuro così da penalizzare ulteriormente quell’organico citato. A questo dobbiamo aggiungere le assenze per le ferie da usufruire, per malattie o per altri motivi. Un insieme di situazioni che vanno a penalizzare quell’ormai piccolo contenitore di personale. Chissà se ci sarà qualche altra miracolosa interrogazione parlamentare che riuscirà a risolvere tutta questa situazione ? smettiamola per favore !

Sicuramente la presenza dei nuovi arrivi aiuterà a mandare in ferie qualcuno, che da tanto tempo e a causa di queste difficoltà non ha potuto usufruire di tale diritto, ma il problema è molto più complesso e ad oggi nessuno si è preso l’impegno di dare alla terza città delle Marche il Commissariato di Polizia di Stato di cui ha bisogno sia per il numero di abitanti che per la grandezza del territorio da controllare.

All’interno di quella struttura esistono uffici, anche aperti al pubblico, che per funzionare decentemente hanno bisogno di un certo numero di personale, ogni turno, oltre a questo dobbiamo aggiungere i servizi di Ordine pubblico, piantonamenti, avvicendamenti vari e in fine la parte più importante, che riguarda noi cittadini, che si chiama “SICUREZZA DEL TERRITORIO”. La sicurezza si fa con il controllo del territorio e per garantire ciò è importante avere la volante con a bordo uomini e donne in divisa che lo vigilano. Per controllare il territorio e dare sicurezza alla cittadinanza c’è bisogno di personale sufficiente a coprire turni che sono di 24 ore . Inoltre sembrerebbe che al Commissariato di Fano si voglia riaprire l’ufficio immigrazione. Quest’ultimo, che non funziona con l’aria, ha bisogno di ulteriori agenti che verranno sicuramente tolti da altri servizi importanti . Insomma si spreme sempre lo stesso arancio che ormai non ha più succo credo sia ora di intervenire con concretezza.

Come ho già ribadito in altre occasioni Fano ha attualmente una popolazione di circa 60.900 abitanti con un incremento estivo notevole. Per fare solo un confronto, le città capoluogo di provincia come Ascoli Piceno, Fermo e Macerata sono sotto i 48 mila abitanti. Queste città hanno al loro interno una Questura e un Commissariato di Polizia di Stato, solo la città di Pesaro e quella di Ancona superano gli abitanti di Fano ( terza città delle Marche) .

Questo credo sia un dato importante per i signori al Governo, come il Deputato Rossini, per capire che il Commissariato di Polizia di Fano ha bisogno di essere classificato al 1^ livello ( attualmente è l’unico Commissariato di Polizia della Regione classificato di 2^ livello) proprio per poter tornare in organico e avere quel personale previsto che permette di sopperire ai vari e spesso gravosi servizi.

Basta sbandierare lettere o interrogazioni sempre quando si avvicinano le elezioni . La questione va affrontata come si deve e questo non mi sembra il modo giusto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2020 alle 09:39 sul giornale del 13 febbraio 2020 - 262 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Circolo Nuova Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgbF