Stop alle auto, In Comune: "Centro pieno, la città ha apprezzato anche se la Lega nega"

2' di lettura Fano 04/02/2020 - In riferimento alle “domeniche ecologiche” la Lega chiede le dimissioni dell’Assessore all’Ambiente Mascarin non per averle realizzate ma (incredibile a dirsi) per non essersi opposto ad esse: a nostro modo di vedere un ragionamento pretestuoso e contorto nella misura in cui questa sperimentazione è stata una scelta unanime dell’Amministrazione comunale.

Amministrazione comunale che, peraltro, ha anticipato fin dall’inizio il successivo superamento delle “domeniche ecologiche” a favore di altri interventi più articolati ed estesi ai fini del contenimento delle polveri sottili. Ricordiamo infatti che, a fronte di azioni che possono dispiegarsi solo sul medio e lungo periodo, era necessario porre in essere azioni di carattere contingibile e urgente, esattamente come hanno fatto decine di Comuni in tutta Italia.

La seconda domenica in questo senso ha semplicemente confermato come il blocco parziale del traffico sia, ai fini dell’abbattimento delle PM10, un intervento utile se valutato in riferimento ad alcune fasce orarie critiche ma complessivamente insufficiente se valutato sull’intera giornata e fronte di condizioni climatiche negative, il che rende indispensabile porre in essere (come per la verità ripetuto più volte proprio dall’Assessore all’Ambiente in queste settimane) ulteriori e diversi provvedimenti, più ampi e sistemici, anche di carattere infrastrutturale.

Sottolineiamo inoltre come la seconda domenica abbia restituito anche un quadro, in termini di mobilità e socialità, che smentisce completamente la narrazione della Lega: pochissime proteste, nessuna multa, nessun ingorgo ai margini del perimetro interdetto al traffico e soprattutto un centro città che in particolare nel pomeriggio traboccava di migliaia di persone a piedi, con il passeggino, la bicicletta ecc. Il centro storico senza auto era strapieno di persone: è un dato altrettanto oggettivo sul quale, al netto delle “domeniche ecologiche” e delle criticità ambientali, sarebbe bene che la politica riflettesse.

Con buona pace della Lega, che pare girare lo sguardo da un’altra parte, la città ha infatti apprezzato la sperimentazione del centro storico interdetto al traffico e oggi c’è una aspettativa molto più consapevole e diffusa, probabilmente maggioritaria nella città, rispetto a scelte coraggiose su mobilità e viabilità, che siano il prodotto non di interventi emergenziali ma di una visione nuova e più moderna della nostra città.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2020 alle 09:47 sul giornale del 05 febbraio 2020 - 549 letture

In questo articolo si parla di fano, polveri sottili, politica, domeniche ecologiche, In Comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bfRp





logoEV
logoEV