Il M5S chiede le dimissioni dell'assessora Tonelli per "manifesta inadeguatezza"

2' di lettura Fano 14/12/2019 - Evidentemente non sono bastati 5 anni di “tirocinio formativo” (pagato con i soldi di noi contribuenti fanesi) presso il Gabinetto del Sindaco, nella scorsa legislatura, all’attuale assessora Fabiola Tonelli per capire come si amministra una città. Forse non si è resa conto che le proposte di innovazione per Fano non si fanno davanti allo schermo di un computer con simulazioni più o meno allettanti ma che non sono verificate sul campo.

La cronaca parla da sé: proposte di pedonalizzazione di Via Cavour e piazza del Mercato buttate sulle pagine dei giornali, senza un confronto in Giunta (tanto che è stata smentita in diretta dall’assessore Lucarelli e dal Sindaco) e senza un minimo di concertazione con le realtà che vi lavorano e operano. Risposte del tutto evasive sulle nostre proposte in consiglio comunale per abbattere le barriere architettoniche (da 30 anni non esiste un piano di abbattimento) e per realizzare sgambatoi per cani nei quartieri più importanti della città (intanto però le multe ai padroni dei cani fioccano come neve a gennaio). Per ultimo, la rivisitazione al rialzo e con nuovi stalli per il pagamento delle soste in centro e al mare, anche qui senza nessun confronto con i soggetti interessati dalle modifiche. Sarebbe stato invece assai preferibile prevedere la gratuità nei periodi festivi per i parcheggi che già ora sono a pagamento, in modo da dare una boccata d’aria al piccolo commercio del centro storico e di prossimità.

L’aspetto peggiore forse sta nello spacciare questa mossa, volta semplicemente a far cassa, per una nobile operazione ispirata ai principi della mobilità sostenibile, quando invece non c’è nessun progetto complessivo che accompagni tali estemporanee iniziative e possa portare a una vivibilità maggiore per pedoni e ciclisti che si recano al mare e in centro città. Nulla sulle risorse che si mettono in campo. Solo idee buttate là, come se fossimo qui a giocare sul futuro della nostra Fano.

E’ in queste mani che vogliamo lasciare l’amministrazione cittadina? Probabilmente l’assessora, dopo aver subìto un inspiegabile svuotamento della delega ai lavori pubblici, viene utilizzata da alcuni suoi scafati compagni di viaggio come capro espiatorio quando si vogliono prendere decisioni del genere. È anche per questo che noi e gran parte dei cittadini chiediamo all’assessora Tonelli di trovare l’orgoglio personale, l’umiltà e la capacità critica per dimettersi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2019 alle 19:20 sul giornale del 16 dicembre 2019 - 259 letture

In questo articolo si parla di politica, MoVimento 5 Stelle Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bd6L





logoEV