A Fano la grande musica classica: "Concerti della Fortuna", il programma. E c'è anche il Capodanno

5' di lettura Fano 10/12/2019 - Il nuovo anno si apre, come ormai tradizione, con il Concerto di Capodanno, che inaugura il programma musicale del Teatro della Fortuna: “I concerti della Fortuna”. Cinque appuntamenti con la grande musica classica, che confermano la collaborazione tra Fondazione Teatro della Fortuna, Orchestra Sinfonica G. Rossini e FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Il 1 gennaio alle 17, l’Orchestra Sinfonica G. Rossini saluterà il nuovo anno con il Concerto di Capodanno, Strauss e progetto Beethoven. Sul palco la grande orchestra diretta da Daniele Agiman, direttore artistico dell’OSR, e un pianista di grande livello, Pietro Bonfilio. In programma il concerto n. 5 per pianoforte e orchestra di L. van Beethoven, “L’imperatore”, nella prima parte e, come da tradizione, le musiche di Strauss e Rossini nella seconda. Non mancheranno, infatti, la Marcia di Radetzky, entrata ormai nell’immaginario collettivo come un must per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, e quella che potremmo definire la “marcia della Rossini”, ossia l’ouverture del Guillaume Tell, divenuta negli anni il benvenuto dell’OSR al nuovo anno ed il suo modo di salutare il pubblico.

Domenica 12 Gennaio alle ore 17 la FORM, Orchestra Filarmonica marchigiana presenta “Beethoven Egmont”, musiche di scena per la tragedia di Johann Wolfgang von Goethe. A dirigere la FORM il giovane direttore d’orchestra Beatrice Venezi, Saverio Marconi sarà la voce recitante. Sul palco un’altra artista di spessore, il soprano Angela Nisi.

Il 29 gennaio alle 21 sarà la volta di “Cello Romantic”, musiche di L. van Beethoven, R. Schumann, F. Mendelssohn. A dirigere l’Orchestra Sinfonica G. Rossini il direttore Daniele Agiman, solista dell’appuntamento, il violoncellista Giovanni Gnocchi. Italiano di nascita e residente a Salisburgo per professione, ha debuttato come solista in concerto per 2 violoncelli e orchestra assieme a Yo-Yo Ma, che di lui disse: “giovane meravigliosamente pieno di talento, darà un grande contributo alla musica ovunque egli vada”.

Il 14 febbraio alle 21 altro appuntamento con la FORM Orchestra Filarmonica marchigiana: Hubert Soudant dirige la sinfonia n.3 di Mendelssohn “Scozzese” con il violinista Jevgēnijs Čepoveckis, vincitore del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini” di Fermo.

A chiudere “I concerti della Fortuna” venerdì 17 aprile alle 21 “A star is born” - La nascita delle stelle della musica, prima assoluta dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini.
Come nasce una stella, questo sarà il tema culturale sviluppato nella nuova produzione firmata da OSR, Roberto Molinelli e Claudio Salvi. A partire dalle hits dell’omonimo film musicale, record d’incassi del 2019, fino ai grandi successi di artisti internazionali del repertorio pop-rock e non solo. La formazione professionale, in alcuni casi la lunga gavetta, in altri un episodio determinante, in altri ancora la precocità di geni assoluti. Da Lady Gaga a De Andrè, da Jackson a Mozart.

Evento speciale il 6 gennaio alle 21, con la performance A/V dell’artista nordirlandese Max Cooper - Yearning for the Infinite A/V show, una collaborazione tra Fondazione Teatro della Fortuna, Umanesimo Artificiale, Work in Progress, Blooming Festival. Uno show audio/visivo sull’ossessione umana per l’infinito e l’irraggiungibile, commissionato dal Barbican di Londra e presentato per la prima volta lo scorso 28 settembre. La data di Fano sarà la Première italiana e la quarta data mondiale.

Per chiudere l’anno e aspettare l’arrivo del 2020, il 31 dicembre la Fondazione Teatro della Fortuna ha scelto di dedicare un appuntamento ai più piccoli, nel segno di Fano Città dei Bambini e delle Bambine. Una serata per tutta la famiglia, ma anche per coloro che vogliono trascorre in maniera originale gli ultimi istanti del 2019. Il programma inizia alle 22 con lo spettacolo per attori, pupazzi e video, “Cappuccetto Rosso”: il Teatro delle Isole mette in scena, la fedele trasposizione della favola originale di Perrault, dove i toni truculenti sono smorzati dal sottile filo dell'ironia, costruendo un immaginario poetico dove la finzione si mescola alla realtà. L'arrivo di un esilarante e pasticcione cacciatore darà al finale un sapore tragicomico che si risolverà in un numero da vaudeville. Alle 23 sul palco saliranno i bambini che ci allieteranno con le loro canzoni. Alle 23.30 una fetta di pattone e poi tutti in piazza per il conto alla rovescia e i tradizionali auguri sotto l’albero. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con Fano Città dei Bambini e delle Bambine, Il Paese dei Balocchi, Associazione culturale “Tra le Note”, Associazione musicale “InCanto” e l’Amat, Associazione marchigiana attività teatrali.

I biglietti per tutti i concerti e per lo spettacolo del 31 sono in vendita da mercoledì 11 dicembre al botteghino del Teatro della Fortuna, aperto dal mercoledì al sabato, esclusi i festivi, dalle 17.30 alle 19.30, il mercoledì e il sabato mattina anche dalle 10.30 alle 12.30. Nei giorni di spettacolo serali il botteghino osserva i seguenti orari: 10.30 – 12.30 e 17.30 – 21; nei giorni di spettacolo pomeridiani aperto dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00.

Per la serata del 31 dicembre biglietto speciale a famiglia (babbo, mamma e bambini) al costo di 15 €, biglietti singoli a 10 €.


In allegato date e prezzi, oltre alle foto della conferenza stampa di presentazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2019 alle 23:56 sul giornale del 11 dicembre 2019 - 39 letture

In questo articolo si parla di concerti, musica, teatro, fano, spettacoli, teatro della fortuna, musica classica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdUx