Il piromane non si ferma: a fuoco altri cassonetti tra Lido e via Cavallotti

1' di lettura Fano 09/12/2019 - La collezione dei cassonetti dati alle fiamme si arricchisce di almeno due nuovi tasselli. E nell’arco di pochi giorni. Il piromane della differenziata – attivo ormai da oltre un anno e mezzo con i suoi raid notturni che si ripetono spesso nella stessa fascia oraria – ha infatti incendiato altri contenitori adibiti alla raccolta della plastica.

Nella notte tra giovedì e venerdì, intorno all’1 30, ha dato alle fiamme un cassonetto in via Puccini, nei pressi del Lido. Tra domenica e lunedì, invece, ha colpito nuovamente in via Cavallotti, sempre dopo la mezzanotte. Si tratta ancora una volta di uno dei cassonetti che costeggiano le mura, non lontano dalla pizzeria Bella Napoli. Qui – a onor del vero – il piromane aveva appiccato il fuoco anche una settimana prima. Ed è sempre qui che aveva concentrato parte dei suoi raid negli ultimi mesi (qui i dettagli).

I vigili del fuoco sono intervenuti ogni volta spegnendo il rogo con la prontezza che li contraddistingue. Ma resta inquietante la presenza in città di questo maniaco del fuoco che colpisce spesso tra Sassonia, Lido e viale XII Settembre. Bruciando rifiuti che sarebbero destinati, piuttosto, a un ben più civile riciclo.








Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2019 alle 13:20 sul giornale del 10 dicembre 2019 - 455 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, vigili del fuoco, articolo, Simone Celli, cassonetti incendiati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdPt





logoEV
logoEV