San Costanzo: "Ignoranza antica, ignoranza moderna", conversazione con padre Giacomelli e i professori Kammerer e Alfieri

2' di lettura 13/11/2019 - Sabato 16 novembre, alle ore 17.30, alla Biblioteca Comunale "Don Antonio Betti" di San Costanzo, presso Palazzo Cassi, si ritrovano tre ospiti d'eccezione per un nuovo atteso incontro dal titolo "Ignoranza antica, ignoranza moderna", un'illuminata conversazione tra padre Gianni Giacomelli, priore del Monastero Camaldolese di Fonte Avellana, e i professori universitari Peter Kammerer e Luigi Alfieri.

L'incontro, moderato da Fiorenzo Martini, è organizzato da CoMeta Biblioteche in collaborazione con il Comune di San Costanzo - Assessorato alla Cultura. Questa volta i relatori cercheranno di rispondere ad alcune domande sull'evoluzione dell'uomo: il suo è un cammino verso la libertà e un maggiore senso di umanità? Con il suo sapere cresce la sua saggezza e diminuisce la sua ignoranza?

Ma scopriamo che anche l'ignoranza cambia forma e sostanza. Si annida nello stesso sapere e in nuove forme di sentimenti "corretti"? Gianni Giacomelli, monaco camaldolese, è nato a Bruxelles da genitori italiani originari di Belluno. All’età di soli tre anni rientra in Italia con la famiglia, dove seguirà i suoi studi, liceo classico, laurea in giurisprudenza a Padova e qualche esperienza lavorativa. Ma nel 2000 entra in monastero nella congregazione camaldolese dell’Ordine di San Benedetto e si laurea in Teologia cattolica presso l’Università di Strasburgo.

Dopo un anno di permanenza a Fonte Avellana viene ordinato presbitero e inviato presso una comunità camaldolese in Brasile. Di nuovo a Fonte Avellana, nel 2011 ne diviene priore. È un attivissimo organizzatore e protagonista di eventi culturali sui temi della teologia, della filosofia, della sociologia e di attualità. Peter Kammerer, intellettuale tedesco, da molti anni vive e lavora in Italia, è docente di Sociologia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, ha tradotto in tedesco testi di Pier Paolo Pasolini e Antonio Gramsci.


Insieme alla moglie Graziella Galvani, ha tradotto in italiano testi di Tankred Dorst, Heiner Müller, Franz Xaver Kroetz. Critico teatrale e letterario, collabora con la rivista “Lo Straniero”. Con Enrico Dosaggio ha curato “Karl Marx. Antologia: capitalismo, istruzioni per l’uso”. Luigi Alfieri, laureato in Giurisprudenza nel 1974 presso l’Università di Catania, è professore ordinario alla Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino, insegna Filosofia Politica, Socio-Antropologia politico-culturale e Antropologia delle Religioni.

Si è occupato del pensiero di Nietzsche, di Hegel, di mitologia e di simbolica politica, con particolare attenzione al problema del rapporto tra violenza e ordine. Innumerevoli le sue pubblicazioni, fra cui ricordiamo: “Storia e mito: una critica a Eliade”; “Apollo tra gli schiavi: la filosofia sociale e politica di Nietzsche, 1869-1876”; “Abissi: meditazioni su Nietzsche” con Domenico Corradini; “Figure e simboli dell’ordine violento: percorsi fra antropologia e filosofia politica” con Cristiano Maria Bellei e Domenico Sergio Scalzo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2019 alle 10:37 sul giornale del 14 novembre 2019 - 419 letture

In questo articolo si parla di attualità, san costanzo, Sistema Bibliotecario Cometa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcJl