Tosi: "Mobilità ciclabile e isole pedonali restituiscono alla città funzioni tradizionali"

1' di lettura Fano 12/11/2019 - La richiesta di rigenerazione urbana avanzata dalla Confcommercio di Fano è importante perché, probabilmente, segna un possibile cambio di rotta rispetto al passato segnato dall’equazione “più auto, più commercio”; esemplare è la vicenda di via Cavour che da decenni attende invano un’adeguata sistemazione. E’ infatti evidente che, oltre a regolamenti, incentivi, affitti, ecc, è la possibilità di muoversi in sicurezza a rendere più attrattiva una città anche dal punto di vista commerciale.

Studi e indagini di mercato ce ne sono in abbondanza e vanno tutti nella stessa direzione: sono mobilità ciclabile e isole pedonali a restituire alla città funzioni tradizionali ora in buona parte assorbite da grandi centri commerciali tutti uguali che, non a caso, ricreano artificialmente ciò che da sempre caratterizza in particolare i centri storici.

E ci sono anche le proposte: meno accessi in auto, parcheggi via via meno costosi o gratis verso la periferia, più mezzi collettivi, zone 30, arredi ben curati, ecc. e, soprattutto, più controlli, perché le nostre città non sono nate per diventare garages a cielo aperto o piste di scorrimento, ma luoghi per abitare, socializzare e commerciare in sicurezza.

Se questa della Confcommercio è una scelta convinta, non mancherà il sostegno di altri soggetti che da sempre lavorano per riqualificare il territorio e renderlo sempre più vivibile ed attraente per tutti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2019 alle 12:05 sul giornale del 13 novembre 2019 - 212 letture

In questo articolo si parla di attualità, Enrico Tosi