Lega: "Cinque milioni a zero, ecco l'ennesimo schiaffo a Fano"

2' di lettura Fano 13/10/2019 - Rischia di divenire esercizio pletorico quanto irrinunciabile, dover nuovamente rimarcare il ruolo di assoluta subalternità in cui è scaduta Fano all’interno dello scacchiere politico provinciale e regionale.

E’ questa volta l’ambito scolastico a dover subire l’ennesimo sonoro ceffone targato Partito Democratico, dispensato con forza ai danni di Fano e dei fanesi tutti. Il riferimento è ovviamente al “caso dell’istituto Nolfi” risultato inagibile assieme all’istituto Raffaello di Urbino pochi giorni prima dell’avvio dell’anno scolastico ed oggi puntualmente discriminato nello stanziamento di fondi pubblici governativi, assegnati al plesso urbinate per un importo di 5 MILIONI di euro a fronte di ZERO CENTESIMI destinati all’ex Carducci di Fano. Una differenza di trattamento talmente sfrontata ed immotivata da costringere persino il Sindaco Seri, abitualmente allineato alle decisioni del PD pesarese, a proferire parola mezzo stampa nei confronti del Presidente della Provincia Paolini (PD), reo a suo dire di essersi speso unicamente a favore di Urbino a discapito di Fano.

Una sorta di pacato rimbrotto, il borbottio imbronciato di chi viene per l’ennesima volta lasciato in panchina a guardare gli altri giocare. Un’istanza peraltro ineccepibile quella del Sindaco Seri circa la rilevanza demografica della nostra città, ma poco attendibile se a promuoverla è colui che ha sempre rivendicato la linea politica del centrosinistra pesarese, le cui scelte conducono inevitabilmente Fano all’irrilevanza decisionale rispetto al capoluogo. Non può nemmeno passare inosservata la pavidità con cui viene platealmente ignorato un altro player strategico della vicenda, ovvero la Sottosegretaria pesarese del PD Alessia Morani designata al collegamento col Governo, a cui il Sindaco di Fano ha accuratamente evitato di muovere critiche.

L’ennesima dimostrazione di un assetto politico regionale nocivo per Fano, privata di peso decisionale ed incapace di tutelare i propri fondamentali interessi, a partire dalla Sanità sino ad arrivare alla Scuola. Discorso ben diverso ad Urbino, dove evidentemente il Sindaco Maurizio Gambini è stato in grado di adoperarsi con profitto per far valere i legittimi interessi dei propri cittadini.

Fabrizio Benvenuti, Responsabile Coordinamento Lega Fano






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2019 alle 09:47 sul giornale del 14 ottobre 2019 - 1930 letture

In questo articolo si parla di politica, lega

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbBu





logoEV