Lega: "La crisi del consumo a Fano, -5,4% su base annua. Si mangia meno carne e frutta fresca"

3' di lettura Fano 07/10/2019 - Si acuisce nel secondo semestre del 2019 la crisi del consumo a Fano. Sono infatti sempre più preoccupanti i dati relativi alla spesa in città con una flessione del 5,4% su base annua che abbraccia tutti i comparti e che attesta lo scontrino medio (quanto ogni persona consuma mediamente all’atto dell’acquisto) sulla soglia dei 13 euro, ben al di sotto delle città vicine (Pesaro si attesta a circa 16 euro, Senigallia circa 14,5 euro).

Tra i beni di prima necessità è dirompente il dato negativo sul consumo di carne e frutta fresca, sintomo tangibile di una crisi che in città non attenua la sua micidiale morsa.

Fano precipita agli ultimi posti della già degradata condizione regionale e provinciale, evidenziando problematicità specifiche irrisolte che ne frenano lo sviluppo. Un ventaglio di pesanti condizionamenti che la città della Fortuna sconta più duramente rispetto agli altri Comuni vicini, sia in termini occupazionali che infrastrutturali e progettuali:

L’assenza di una visione strategica in ambito turistico ha relegato Fano ad un’offerta di basso profilo ancorata a vecchie e sature logiche di soggiorno familiare in ambito balneare, ormai inadeguate per attrarre un flusso turistico sufficiente a garantire ricadute economiche durature. Le tante potenzialità del nostro territorio come il porto turistico, l’aeroporto, gli itinerari culturali, paesaggistici ed enogastronomici rimangono in buona parte inespresse condannando Fano e la sua imprenditoria ai margini dei flussi turistici con ripercussioni ovvie in termini di indotto ed occupazione.

Le imprese di medie e grandi dimensioni soffrono la mancanza di un piano energetico regionale e di infrastrutture viarie adeguate che ne limita lo sviluppo con ulteriori ricadute occupazionali.

Ma è la drammatica parabola discendente del commercio a testimoniare l’inadeguatezza delle politiche di sviluppo a favore della città: l’eccessiva presenza della grande distribuzione sulla rete commerciale cittadina erode ricchezza al territorio per ridistribuirla altrove. Anche in questo caso, l’incertezza generata dalla paventata realizzazione di un ulteriore enorme parco commerciale in località Chiaruccia (mai confermata ne smentita dal Sindaco Seri), contribuisce ad acuire i timori sia dei piccoli commercianti al dettaglio che degli imprenditori che hanno già investito nelle aree commerciali esistenti.

Vittima sacrificale per eccellenza di tali negligenze è il Centro Storico, le cui criticità a lungo dibattute durante la campagna elettorale sono puntualmente scomparse dalla narrazione di Giunta, lasciando i negozianti inermi dinanzi alla annosa carenza di parcheggi auto e all’assenza di una adeguata programmazione eventi con relativa strategia complessiva di marketing. Ad aggravare la situazione dal punto di vista urbanistico, la colpevole mancanza un piano particolareggiato che da un lato consentirebbe la ristrutturazione e messa in sicurezza di immobili con le nuove regole antisismiche agevolate dagli incentivi statali, dall’altro rivitalizzerebbe il settore edile che trarrebbe beneficio dall’avvio di numerosi piccoli cantieri.

La visione che la Lega ha della città muove dalla tutela dell’imprenditoria ed il benessere dei cittadini al fine di salvaguardare le attività economiche e commerciali di prossimità già esistenti, diffuse sia nel Centro Storico che nei piccoli centri di quartiere. Impegneremo il Sindaco Seri a rispettare i numerosi impegni presi durante la campagna elettorale e rimaniamo sempre vigili affinché gli operatori turistici non siano vittime di una Amministrazione priva di una visione prospettica, miope ed approssimativa. Non consentiremo il compimento grande disegno del Partito Democratico pesarese che vuole dirottare sul capoluogo tutte le risorse strategiche, finanche quelle scolastiche e della sanità, condannando Fano al suo mesto declino economico.

Da Fabrizio Benvenuti Responsabile Organizzazione Lega Fano








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2019 alle 15:11 sul giornale del 08 ottobre 2019 - 459 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, lega, lega fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbnq





logoEV