Ferrovia Fano-Urbino, FIAB Marche: "La pedalata Fano-Furlo è un invito a realizzare la ciclabile"

2' di lettura Fano 25/09/2019 - L’ottima riuscita della pedalata Fano Furlo della scorsa domenica 22 settembre, organizzata alla perfezione da FIAB For.bici, merita alcune riflessioni.

Nonostante previsioni del tempo non rassicuranti, più di 50 cicloturisti sono partiti da Fano e in circa 4 ore hanno coperto una quarantina di km fino alla Gola del Furlo, un luogo magico reso ancora più bello dall’assenza di traffico a motore; alcuni sono venuti da Bologna, consigliati da loro conoscenti che avevano già apprezzato la bellezza dei luoghi, la buona percorribilità di strade collinari poco battute e le capacità ricettive del territorio; due ditte del settore, una di Fano e una di Acqualagna, hanno messo a disposizione bici elettriche e mtb, garantendo l’assistenza meccanica durante tutto il tragitto; erano persone di tutte le età, desiderose di muoversi in bicicletta per apprezzare “lentamente” ed “ecologicamente” non solo luoghi rinomati ma anche posti vicino casa, spesso incredibilmente poco conosciuti.

In sostanza, iniziative come la Fano - Furlo, ma anche tante altre simili, sono un invito indiretto alla Regione Marche a completare quanto prima la rete ciclistica regionale che rappresenta la base essenziale per un nuovo tipo di turismo che già altrove ha migliorato l’economia e la qualità della vita; in particolare va realizzata la pista ciclabile lungo l’ex ferrovia metaurense, una sosta di arteria dalla quale tantissimi cicloturisti italiani e stranieri potranno irradiarsi nel territorio per apprezzarne storia, natura, arte, enogastronomia, ecc., visto che attraverserà, ad esempio, l’antica Forum Semponii, correrà a breve distanza dalle famose Marmitte dei Giganti, di borghi ben conservati e soprattutto consentirà di muoversi senza l’assillo di orari, coincidenze, divieti di accesso, dischi orari, parcheggi e quant’altro è tipico del turismo tradizionale.

A questo invito alla Regione Marche potrebbero associarsi bar, ristoranti, guide ambientali, ecc. della Gola del Furlo che, grazie a tanti visitatori a piedi, in bicicletta e su nuovi mezzi per persone non in grado di camminare, vedono valorizzato anche economicamente un luogo che una pista ciclabile bella e sicura renderà ancor più facilmente raggiungibile.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2019 alle 15:45 sul giornale del 26 settembre 2019 - 667 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, regione, pista ciclabile, FIAB Marche, Pedalata Fano-Furlo, ex ferrovia metaurense

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/baX1





logoEV
logoEV