Liceo Nolfi, Nuova Fano: "Bisogna fare chiarezza, abbiamo inviato una lettera alla Procura"

2' di lettura Fano 17/09/2019 - Sulla vicenda dell’Istituto scolastico Nolfi ben vengano le soluzioni trovate, al momento, per cercare di lenire il più possibile la difficoltà creatasi per l’inaspettato provvedimento di chiusura da parte della Provincia nei confronti dell’istituto scolastico perchè inagibile. Speriamo però che la regione, venuta incontro alla difficoltà, non si fermi solo ad un contributo di emergenza ma vada ben oltre.

E’ una vicenda, a parere nostro, poco chiara e il susseguirsi di dichiarazioni importanti, sulla stampa mai smentite ( da quella del Presidente della Provincia Paolini che ha parlato del possibile crollo dello stabile aggiungendo di essere fortunati se non è successo a quella del consigliere regionale Carloni che parla di un collaudo statico, dopo il terremoto, che non ha evidenziato alcun pericolo per la struttura, richiesto non dalla Provincia responsabile della struttura ma dalla Preside dell’Istituto ) ci ha posto degli interrogativi senza risposta.

Le famiglie o meglio i genitori hanno il diritto sacrosanto di essere rassicurati di dove mandano a scuola i figli.

Considerando poi che qualche anno fa siamo stati sotto il fuoco incrociato del terremoto ci siamo posti delle domande : che tipo di controlli sono stati fatti negli anni ? quante scuole sono , non solo a Fano, a rischio perché non si è provveduto al collaudo statico ? esiste un provvedimento che disciplina questo tipo di controlli ?

Naturalmente non accusiamo nessuno ma riteniamo, prima di tutto come genitori, che in questa vicenda si debba fare chiarezza per questo abbiamo inviato, ieri, una lettera documentata al Procuratore della Repubblica di Pesaro nella quale chiediamo, a seguito delle forti dichiarazioni del Presidente della Provincia e dell’intervento stampa del consigliere regionale Carloni, se lo riterrà opportuno, di chiarire, per la sua competenza, e verificare se ci sono responsabilità sulla vicenda . Il punto principale dell’atto è dovuto dal fatto che secondo le dichiarazioni del Presidente della Provincia i nostri ragazzi sono andati a scuola in una struttura che poteva crollare da un momento all’altro e se fosse successo , ma siamo stati fortunati, poteva essere una strage allora non si può rimanere inermi difronte a tanto quindi , se ci fossero, sotterrare le responsabilità di chi non ha fatto il proprio dovere.

Siamo convinti che questo servirà di stimolo a quelle amministrazioni che ad oggi potrebbero non aver fatto i controlli dovuti che purtroppo, e lo vogliamo scongiurare, possono poi rivelarsi fatali per chi è al loro interno.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2019 alle 09:27 sul giornale del 18 settembre 2019 - 549 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Circolo Nuova Fano, liceo Nolfi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baGs





logoEV