Silvia Romano in Somalia nelle mani dei terroristi: le ultime novità dalla procura di Nairobi [FOTO]

1' di lettura Fano 31/08/2019 - Altro che rapitori improvvisati. Silvia Romano potrebbe essere stata sequestrata per fini terroristici. E potrebbe trovarsi in Somalia. Sono le ipotesi avanzate dalla procura generale di Nairobi, secondo cui la cooperante milanese di Africa Milele – una onlus di Fano – si troverebbe ora nelle mani dei qaedisti somali.

Sospetti che secondo la procura si sarebbero trasformati, nel tempo, in vere e proprie certezze. Troppi contatti tra i rapitori e la Somalia. Troppi i mezzi utilizzati per mettere in atto il sequestro, tanto che non è mai stato facile convincersi che si sia trattato dell’azzardo di rapitori in cerca di soldi facili. Da qui l’idea, ora ufficializzata dalla procura, che si sia trattato di un sequestro su commissione. Tutto questo è emerso durante il terzo incontro tra gli investigatori a cui hanno partecipato anche i carabinieri del Ros.

Silvia (qui scheda e foto) è stata rapita a Chakama – non lontano da Malindi, in Kenya – lo scorso 20 novembre (qui i dettagli). Sono già in carcere tre degli otto ritenuti responsabili del sequestro della 23enne. Su di loro, ora, pende dunque anche l’aggravante del terrorismo.








Questo è un articolo pubblicato il 31-08-2019 alle 19:43 sul giornale del 02 settembre 2019 - 2345 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, milano, terrorismo, kenya, rapimenti, Africa Milele, articolo, Simone Celli, Silvia Romano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/baaF





logoEV
logoEV