“Cena” in discarica, decine di gabbiani intossicati: interviene il Cras

1' di lettura Fano 29/08/2019 - È l’estate più “plastic free” di sempre, ma sembra non essere la plastica – almeno questa volta – la causa dell’intossicazione che ha colpito decine e decine di gabbiani sulle spiagge di Fano e Pesaro. Negli ultimi giorni, un paio di esemplari sarebbero pure deceduti. Subito operativo il Cras (Centro recupero animali selvatici).

Tutta “colpa” dei bagnanti. A detta degli esperti, i volatili si sarebbero allontanati dalle spiagge per via delle tante persone che si sono recate al mare nell’ultimo periodo. Così, spostandosi, si sarebbero poi nutriti con quello che hanno trovato nelle discariche della zona. Ingerendo anche sostanze tossiche e provocandosi, in questo modo, pure dei problemi di tipo neurologico.

Gli uomini del Cras li hanno trovati come immobili, non lontani dalla riva. I gabbiani superstiti sono in cura presso uno studio veterinario convenzionato di Pesaro.


Foto di Raffaella Cecchi.








Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2019 alle 16:48 sul giornale del 30 agosto 2019 - 1104 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, pesaro, gabbiani, cras, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a07O





logoEV