SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Incrocio pericoloso tra via Bellandra e via Enrico Fermi, Nuova Fano, "Senso unico e pista ciclabile una possibile soluzione"

2' di lettura
1107

Via Bellandra incrocio con via Enrico Fermi e intersezione con viale Sandro Pertini, è diventato un tratto, del quartiere Sant'Orso di Fano, particolarmente pericoloso.

Quel tratto è già stato interessato da incidenti stradali e ancora oggi si rischia seriamente perché la via è stretta per essere percorsa in senso alternato con le abitazioni a ridosso della strada.

Le auto, in uscita da via Enrico Fermi, si devono sporgere per poter vedere se hanno la strada libera per immettersi nella carreggiata.

Anche i ciclisti, provenienti dal Centro di Sant'Orso, giunti all'altezza dell'incrocio con via Enrico Fermi percorrono contromano, svoltando pericolosamente sulla sinistra , l’ultimo tratto di via Bellandra e oltre.

Purtroppo chi va in bicicletta non sempre rispetta le regole e attraversa quel tratto stradale senza scendere dalla bicicletta ma continuando il percorso come fossero i padroni della strada per questo chi va in macchina deve affidarsi alla fortuna e ai propri riflessi. Basterebbero pochi ma decisivi interventi.

Sappiamo che i residenti hanno più volte chiesto all’Amministrazione comunale, di trovare una soluzione.

La Nuova Fano attraverso la mia persona , che abita in quella zona, già a Febbraio era intervenuta facendo la proposta che che Via Bellandra possa essere a senso unico in modo da evitare ulteriori incidenti, causati dal transito alternato di autovetture e mezzi più grandi, così da mettere in sicurezza i ciclisti e i pedoni , spesso mamme o papà con bambini piccoli, che sono costretti a percorrere pericolosamente quella via non avendo percorsi alternativi.

Trasformando quella via a senso unico ci sarebbe lo spazio per un percorso ciclo pedonale a lato della strada. Potrebbe essere la soluzione? Naturalmente è solo una proposta .

Affidiamo la situazione nuovamente all’Amministrazione comunale sperando che questa volta tenga conto del disagio, da noi segnalato, che i residenti vivono ogni giorno .



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2019 alle 10:16 sul giornale del 06 agosto 2019 - 1107 letture