Pesca con reti illegali: multa e sequestro ai danni di un motopeschereccio fanese

1' di lettura Fano 02/08/2019 - L’hanno sorpreso con delle reti troppo lunghe, e con altre non consentite. Per questo dovrà pagare una multa di 2mila euro. È successo a un motopeschereccio fanese, a cui sono stati anche sequestrati 5 chilometri di cosiddette “reti a imbrocco”.

È stata la motovedetta della guardia costiera C.P. 2086 a intercettare il mezzo di ritorno da una battuta di pesca, durante un regolare controllo nel comparto marittimo di Pesaro. Il motopeschereccio è stato trovato in possesso di un numero di attrezzature superiore a quello consentito, violando così le norme nazionali ed europee. Nello specifico, il mezzo aveva appena pescato utilizzato undici chilometri di reti da posta, oltrepassando così la quantità concessa dalla legge.

Da qui la sanzione di 2mila euro e l’applicazione dei punti a carico sia della licenza di pesca sia del comandante del motopeschereccio. La guardia costiera ha inoltre sequestrato 5mila metri di reti a imbrocco – una lunghezza non espressamente consentita - , oltre al pesce pescato utilizzando tale attrezzatura.






Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2019 alle 17:09 sul giornale del 03 agosto 2019 - 2914 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, pesca, pesaro, guardia costiera, articolo, Simone Celli, sequestro pesce

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0lt