Letteratura e scienza? Una cosa sola. Al "Mercolibrì" c'è Pietro Calandra, scrittore e ricercatore del CNR

1' di lettura Fano 30/07/2019 - In occasione del centenario della nascita del chimico torinese e nell’anno – il 2019 – della Tavola periodica, Aras Edizioni crea un mercoledì letterario ad hoc. L’appuntamento è per il 31 luglio alle ore 18.30 al Bastione Sangallo di Fano. Si avrà il piacere di ascoltare il ricercatore e divulgatore scientifico del CNR di Roma (Consiglio Nazionale delle Ricerche) Pietro Calandra, nella sua duplice veste di chimico e fisico ma anche di autore dell’esilarante raccolta di racconti per la casa editrice fanese: “Elio era nel pallone. Racconti atomici”. Fluoro aveva un sorriso smagliante, Stronzio e Bario, si sa, sono due tipacci. Giochi di parole e un ritmo baldanzoso per raccontare atomi umanizzati alle prese con le vicende del loro mondo! Sheldon Cooper li adorerebbe.

A colloquio con Pietro Calandra il matematico Gian Italo Bischi. Si parlerà di letteratura e scienza, dello squisito incontro tra due mondi apparentemente lontani che toccandosi hanno sempre creato quella scintilla notevole.

Gli appuntamenti del Mercolibrì, tutti a ingresso gratuito, continuano il 7 agosto con un appuntamento speciale, lo spettacolo teatrale di Luca Atzori de “Gli aberranti” tratto dall’omonimo libro alle ore 21, per proseguire poi il 28 agosto con il tradizionale appuntamento alle 18.30 l’ultimo romanzo di Paolo Baleani “Giulio Pelago voleva andare in Colombia” (Aras Edizioni).

Il programma della rassegna verrà svelato di mese in mese sul sito www.arasedizioni.com o tramite la pagina Facebook Aras Edizioni.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2019 alle 17:22 sul giornale del 31 luglio 2019 - 492 letture

In questo articolo si parla di libri, cultura, fano, letteratura, scienza, aras edizioni, bastione sangallo, pietro calandra, mercolibrì

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a0ec





logoEV
logoEV