Tornano i “Concerti d’Organo”: è la rassegna più antica d'Italia. Il programma

1' di lettura Fano 29/07/2019 - Oltre ad un vasto programma di eventi estivi, la città della Fortuna, può fregiarsi della più antica rassegna organistica italiana. Stiamo parlando di Concerti d’organo, manifestazione giunta alla 58^edizione, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Fano, dal Laboratorio Armonico, Terra dei Fioretti e patrocinata dalla Regione Marche, con il supporto amministrativo ed economico dell’Orchestra Sinfonica Rossini.

L’evento, che animerà tutti i venerdì di agosto la Chiesa di Santa Maria Nuova, può vantare la direzione artistica di Giovannimaria Perrucci. Ad aprire il mese di concerti, sarà Elisa Teglia, organista e musicologa di Bologna, che affianca ad una intensa attività concertistica in tutta Italia ed in Europa, studi e ricerche per la valorizzazione del repertorio per organo, la realizzazione di rassegne musicali e corsi di formazione. Venerdì 9 agosto sarà il turno dell’americano Gregory D’Agostino, che si esibirà in un concerto dai toni accattivanti. Venerdì 16 agosto, l’organo Bazzani, composta da circa 3000 canne, sarà suonato da Ruggero Livieri, mentre il 23 agosto sarà il momento del polacco Marek Stefansky. La chiusura di venerdì 30 agosto, sarà affidata dal trio Andrea Palladio, che oltre all’organo suonato da Enrico Zanovello, presenterà l’Oboe di Michele Antonello e il Fagotto di Steno Boesso.

In allegato il manifesto della rassegna.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2019 alle 16:00 sul giornale del 30 luglio 2019 - 385 letture

In questo articolo si parla di concerti, musica, fano, spettacoli, concerti d'organo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a0bg





logoEV