Anziani: troppo caldo per fare la spesa? Ci pensa la protezione civile

2' di lettura Fano 28/06/2019 - Il weekend più caldo del secolo. È quello che sarebbe in arrivo secondo gli esperti, mettendo a dura prova le cosiddette “categorie deboli”. Gli anziani, ad esempio. Che però – come ogni anno – possono contare su un aiuto concreto per la spesa e per le altre commissioni di tutti i giorni. Torna, infatti, il progetto “Estate Sicura Anziani”, grazie al quale gli over 65 – nei prossimi due mesi - non saranno più costretti a uscire per raggiungere la bottega o la farmacia più vicina a casa.

Ci penserà, infatti, l’esercito dei circa trenta volontari del C.B. Club Mattei. In altre parole, la volenterosa protezione civile di Fano, anche quest’anno al fianco delle persone di una certa età. Le quali non dovranno far altro che chiamare l’apposito numero (340 1409822) e concordare il servizio di cui hanno bisogno. Dalla spesa a domicilio alla consegna di medicinali, passando per ogni possibile altra emergenza. Si può richiedere di essere accompagnati presso gli uffici comunali, oppure in ospedale o in qualche clinica. Senza dimenticare la possibilità di ricevere informazioni sui servizi esistenti e consigli utili contro la calura. Ed è tutto gratuito, s’intende.

Il servizio sarà attivo dal 1° luglio al 31 agosto (si può chiamare dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30), anche se Saverio Olivi del C.B. Club Mattei ha fatto sapere che nessuno si tirerà indietro se qualcuno li contatterà già da questo weekend. Il più caldo del secolo, sì, ma quando non si è soli è tutta un’altra cosa. Possono chiamare tutti coloro che risiedono a Fano e che hanno compiuto 65 anni, a patto che siano persone sole o in coppia. Insomma, senza prole o con figli che abitano lontano. I volontari si presenteranno da soli oppure in coppia. Si recheranno direttamente a casa dell’anziano, ogni volta rigorosamente in divisa, muniti di tesserino di riconoscimento e utilizzando un mezzo della protezione civile. Diffidare delle imitazioni, dunque. O meglio, degli impostori che potrebbero approfittare dell’esistenza di questo servizio per ingannare o – peggio – derubare i malcapitati anziani.

“Il programma – ha esordito il neo-assessore al welfare di comunità Dimitri Tinti – va nella nuova direzione che abbiamo deciso di seguire. Vogliamo andare, infatti, verso un servizio sociale meno assistenzialista e più solidale, un sistema misto che sappia coniugare pubblico e privato. Lo chiameremo, appunto, ‘welfare di comunità’. Siamo per una sussidiarietà che sia allo stesso tempo orizzontale e verticale, per una Fano sempre più accogliente e inclusiva. Facendo fronte – ha concluso - a esigenze sempre più complesse”.

In allegato la brochure dell’iniziativa.








Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2019 alle 15:36 sul giornale del 29 giugno 2019 - 1941 letture

In questo articolo si parla di attualità, protezione civile, fano, dimitri tinti, articolo, Simone Celli, estate sicura anziani, cb club mattei fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a86q





logoEV
logoEV