Partenza sprint per il Jump: già 1.000 iscritti ai Centri Estivi Sportivi

3' di lettura Fano 20/06/2019 - E’ scattata a razzo dai blocchi di partenza Asi Pesaro-Urbino che lunedì 10 giugno è partita con i Centri Estivi Sportivi Jump, un’eccellenza del territorio per bambini tra i 4 e 14 anni che, stando alle prime stime, quest’anno potrebbe superare le 1.300 presenze dell’anno scorso.

L’inizio di giochi e attività, infatti, ha visto la presenza nelle varie sedi (12 a Fano più Vallefoglia, Macerata Feltria, Monte Porzio, Marotta, Senigallia, Fossombrone e Montefelcino) di quasi 1.000 bambini, 150 in più del 2018, un vero e proprio record se si considera che siamo appena alle prime due settimane.

L’ente di promozione sportiva, in collaborazione con Polis Cooperativs Sociale e Ssd Sportfly, non nasconde l’entusiasmo per questo inizio scoppiettante: “Siamo contenti - racconta la presidente di Asi Pesaro-Urbino, Francesca Petrini - perché le famiglie ci ridanno fiducia anno dopo anno ed i bambini ci danno la carica e la motivazione per trovare sempre un modo migliore di proporre le attività, arricchire il programma, aumentare i servizi, fare divertire i bimbi, appassionarli allo sport, regalargli un'emozione”.

E di emozioni i 1.000 bambini ne hanno già vissute parecchie a cominciare dalle prime attività outdoor, l'arrampicata, le uscite in mountain bike, le gite al mare, al fiume, al bosco e all'oasi Belgatto. Ed è proprio il programma ricco di attività sportive ed esperienze di vita indimenticabili che caratterizza i centri estivi Jump: infatti a breve i bambini potranno andare sui go kart, fare lezioni di skateboard all'Adriatic Bowl, provare l'emozione della barca a vela, arrampicarsi sui gonfiabili acquatici del Sunset Island di Pesaro e proveranno il brivido delle liane, scalette e pertiche del Jungle Up di Pesaro.

Secondo uno studio condotto per 20 anni dal Dr. Thomas Gilovich, professore di psicologia alla Cornell University, le esperienze, per quanto fugaci possano essere, offrono felicità più duratura rispetto all'acquisto di cose materiali e questo perché le esperienze diventano parte della nostra identità.

“I nostri bambini – riprende Petrini - hanno bisogno di esperienze, di esperienze nuove, grandiose, uniche, in natura. Ed è per questo che i centri estivi sportivi Jump puntano ogni anno su una programmazione di qualità, emozionante, dall'alto valore educativo ed esperienziale, perché diversi studi dimostrano che i bambini di oggi ne hanno particolarmente bisogno, e purtroppo ne sono particolarmente carenti e non si può sprecare un periodo così prezioso come quello estivo con attività vuote, noiose, poco stimolanti o poco emozionanti. Purtroppo ci sono moltissimi studi che dimostrano che limitare le esperienze di vita cariche di emozioni porta ad un impedimento nello sviluppo dell’aggressività e cioè di quella energia vitale che permetteva tanti secoli fa la sopravvivenza, ma che oggi invece è una componente determinante per una esistenza appagante ed efficace”.

Iscriversi ai Centri Estivi Sportivi Jump è ancora possibile, basta telefonare a 328.2662060 o al numero 392.1840409. Tutte le info su www.poliscoop.net.

In calendario poi, a breve, è prevista la “Notte in Tenda”, altra occasione di crescita e indipendenza, che mette in contatto il bimbo con alcune paure ed il genitore con alcune ansie. I bambini imparano a montare la tenda, a cuocere la carne sul fuoco, provano il brivido del gioco notturno e della brezza mattutina sulla pelle.


da Asi Pesaro
Associazioni Sportive Italiane







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2019 alle 15:06 sul giornale del 21 giugno 2019 - 265 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Asi, jump, asi pesaro, Associazioni Sportive Italiane, centri estivi sportivi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Oq