Padova: morì per il no alla chemioterapia, condannati i genitori

1' di lettura Fano 20/06/2019 - Il tribunale di Padova ha condannato a due anni Lino e Rita Bottaro, genitori di Eleonora, la minorenne malata di leucemia che morì nell'agosto 2016 dopo aver rifiutato la chemioterapia consigliata dai medici.

La ragazza aveva contratto una grave forma di leucemia nel 2015, quando aveva ancora 17 anni. Venne "curata" con il metodo Hamer, una pratica pseudoscientifica a base di cortisone e vitamina C, e morì dopo pochi mesi, quando invece poteva essere molto probabilmente salvata.

Secondo la pm Valeria Sanzari, Eleonora non ha mai potuto scegliere liberamente come curarsi, indotta e plagiata dai genitori, seguaci dell'ex medico tedesco Ryke Geerd Hamer, guru della medicina alternativa morto due anni fa.

"Credo nella giustizia divina, non ho sbagliato nulla, rifarei tutto quello che ho fatto, solo Dio sa quanto ha sofferto mia figlia", ha detto all'Ansa Rita Bottaro. Già lo scorso anno la procura padovana aveva chiesto il rinvio a giudizio per la coppia per il reato di omicidio colposo aggravato, ma il giudice per le udienze preliminari li aveva prosciolti.






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2019 alle 18:15 sul giornale del 21 giugno 2019 - 1038 letture

In questo articolo si parla di cronaca, padova, leucemia, marco vitaloni, articolo, metodo hamer

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Pk