Ballottaggio, La Tua Fano: "Se vince la Tarsi saremo anche noi in consiglio comunale"

3' di lettura Fano 31/05/2019 - A Fano il sindaco uscente Massimo Seri è finiti al ballottaggio con la candidata del centro destra, in una città che, nel corso degli anni, ha visto l’alternanza di governi oscillanti tra la destra e la sinistra fino ad arrivare al 2004 con il governo di centrodestra durato ben 10 anni con l’ex sindaco Aguzzi fondatore della lista civica ‘La Tua Fano’.

Nonostante tutto il centro sinistra fanese abbia in tutte le occasioni demonizzato il grande lavoro della giunta Aguzzi, i cittadini ben ricordano l’aria nuova che aveva portato tale cambio di rotta, oltre alla presenza di un sindaco che era davvero, e non solo sui manifesti elettorali, il sindaco della GENTE, pronto a stringere ogni giorno la mano ai suoi cittadini e ad ascoltarne le esigenze attivandosi concretamente per la risoluzione.

Ma oggi i nostri concittadini hanno una opportunità unica nella storia di Fano: un sindaco donna: preparata, intelligente, con una cultura classica e scientifica e in grado di sentire i bisogni della gente con quelle intuizioni caratteristiche dell’essere femminile.

Fano non può perdere questa opportunità di scegliere una donna e continuare a lasciare Fano nelle mani di mestieranti della politica al servizio di partiti e di interessi corporativi.

Nella terza città delle Marche, non ancora sobborgo di Pesaro come è divenuta oggi, c’era tanto da fare e gli assessori non erano part-time!!

Nella terza città delle Marche i pesaresi, e non solo, affollavano le nostre vie del centro e del mare perché Pesaro era una ‘citta morta’. In piazza comparivano per la prima volta i tavoli fuori da ogni bar e alla Corte Malatestiana, nel periodo estivo, si susseguivano eventi degni di far spostare gente da altre città;, al mare si procedeva alla riqualificazione del lungomare del Lido nonché varianti per ex Calamara e Chalet del mare oltre a tre piani spiaggia.

Senza entrare nelle tematiche inerenti alla sanità su tutti il NO all’ospedale a Muraglia, si tratta ora di fermare il contagio nefasto della sinistra, nell’istruzione, nel sociale, nello sport, nella cultura, nei lavori pubblici

E’’ evidente che il rinvio al ballottaggio del sindaco uscente richiama la necessità della nostra città di ripartire da quanto fatto nei 10 anni di centrodestra per guardare avanti in piena senza dipendenza dai partiti senza diktat dal’alto come è avvenuto in questi 5 anni di amministrazione Seri.

Le decisioni per la nostra città vanno prese esclusivamente in via San Francesco d’Assisi 76 e non in piazza del Popolo a Pesaro!

Vorrei ricordare alla lista civica Noi Citta’ (centro sinistra) che esiste un metodo matematico per l’attribuzione dei seggi nei sistemi elettorali che utilizzano il metodo proporzionale chiamato metodo d’Hondt per il quale le liste che sostengono la Tarsi eleggono tutte tranne una i loro consiglieri in caso di vitttoria; quindi ottimo risultato per una candidata sindaco proveniente da una lista civica la cui campagna elettorale e’ iniziata, con umiltà e tanto lavoro, a testa bassa, solo 6 mesi fa senza alcun sponsor che ne potesse condizionare.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2019 alle 15:00 sul giornale del 01 giugno 2019 - 2831 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, la tua fano, Lista civica "La tua Fano", elezioni 2019, centrodestra fanese, ballottaggio fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a79h





logoEV
logoEV
logoEV