Verde pubblico, il PD: "Grazie ad Aset abbiamo una città più decorosa"

2' di lettura Fano 24/05/2019 - E’ stato un cambiamento strategico e necessario quello che ha spostato la gestione del verde dal Comune di Fano ad Aset spa tramite un affidamento diretto che il consiglio comunale ha approvato a maggioranza. Uno dei principali obiettivi che ci eravamo posti era quello di aumentare la qualità ed il decoro del verde della nostra città, da qui la decisione di cambiare il soggetto preposto alla gestione individuando in Aset un partner affidabile, poiché la macchina comunale era già in sovraccarico a causa delle molteplici attività avviate in questi anni dai lavori pubblici e non solo.

La società già presente sul territorio per la raccolta dei rifiuti sulle migliaia di isole ecologiche, per lo spazzamento della città e per la gestione del servizio idrico e della pubblica illuminazione ha mezzi e strutture che potenziate e ben gestite potranno aumentare in maniera significativa la qualità del verde cittadino.

Non di meno all’incremento degli standard qualitativi ha contribuito un aumento significativo del budget per la gestione del verde di circa 300.000 € per un totale di 690.000 €, più la gestione già in affidamento alla varie associazioni cittadine che svolgono un’opera eccellente e la gestione del verde stradale da parte del comune.

Altra novità è stata istituita una “Green Zone” area centro mare, dove Aset gestisce nella totalità il verde, per evitare che come spesso accadeva in passato, che dopo lo sfalcio di un prato, nelle immediate vicinanze rimanevano non curate le banchine stradali, cosa incomprensibile per il cittadino. Maggior coordinamento e presidio anche sulle periferie e su tutto il territorio della città.

Il contratto sarà valido fino al 2050, con revisione triennale in continuità di affidamento. Ad oggi i risultati sono evidenti, ma la machina non è ancora a regime in quanto sono sono ancora in corso le selezoni per altri 3 operatori in pianta stabile. I primi 2 anni saranno impegnati per implementare tutte le buone pratiche messe in opera per poi approdare alla “carta dei servizi” dove saranno indicati gli standard qualitativi e non il numero di tagli e di operazioni utili. Obiettivo quest’ultimo ambizioso, ma alla portata di Aset che ad esempio sulla raccolta differenziata in questi ultimi anni ha oltrepassato il 70% portando la nostra città ai vertici delle classifiche nazionali.

Il tutto è nato con una mozione nel 2017 del consigliere Enrico Fumante che ha forzato il passo sulla tabella di marcia indicando la strada migliore per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo preposti come qualità del verde. E’ a disposizione dei cittadini anche un numero verde a cui segnalare le criticità per una loro veloce risoluzione.


Enrico Fumante - Enrico Nicolelli
Consiglieri Comunali Partito Democratico di Fano








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2019 alle 16:58 sul giornale del 24 maggio 2019 - 70 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, verde pubblico, Partito Democratico Fano, aset

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7SJ