Nuova Fano: "Seri è in affanno e si fa rianimare dai primari dell'ospedale"

3' di lettura Fano 23/05/2019 - Mentre il Presidente della Regione riguardo alle sorti di Fano fa accordi con altri sindaci, per trasferire anche l'Area Vasta Uno a Urbino, il Sindaco Seri, ormai in affanno, si fa rianimare dai Primari, che tirano fuori dati e statistiche, per cercare di convincere i cittadini fanesi che tutto va bene.

Leggo con piacere che il dott. Frausini, pubblicamente, conferma il trasferimento a Pesaro della Chirurgia per non privare, dichiara, una equipe di raggiungere i numeri di alta specializzazione. Infatti le dichiarazioni del dottore confermano che la Chirurgia H 24 di urgenza non tornerà più a Fano. Quindi non era una svista il non aver inserito la richiesta del ripristino della chirurgia H 24 di urgenza nel protocollo di intesa firmato dal Sindaco Seri e dal Presidente della Regione.

Prova che la famosa postilla che fu aggiunta, giustificata come una svista, non era altro che un modo per salvare la reputazione del sindaco che era ben consapevole che quel Reparto di urgenza il Santa Croce non lo avrebbe più riavuto.

Ricordo che il Sindaco Seri, ai tempi, dichiarò che senza la Chirurgia H 24 il Santa Croce non si poteva più chiamare Ospedale e che si sarebbe battuto per riavere quanto tolto. Ma l’esito finale di quell’accordo firmato, tra Il Sindaco e il Presidente della Regione, ha declassato il Santa Croce da Ospedale a Stabilimento di Marche Nord .

I Primari medici che si sono prestati all’incontro pubblico, da campagna elettorale, invitati dal Sindaco ricandidato Massimo Seri hanno data alla cittadinanza un chiaro messaggio politico NON deontologico per la loro professione non essendo, tra l’altro, neanche candidati.

E’ chiaro, inoltre, che responsabili medici a quei livelli non verranno mai a raccontare che la sanità fanese è al collasso sarebbe contrario alla loro posizione e al ruolo che rivestono.

Con questa trovata il sindaco ancora una volta ha dimostrato la sua debolezza architettando un incontro e sfruttando, ai fini elettorali, figure che avrebbero fatto bene a non esporsi politicamente.

Naturalmente ci tengo a dire che nessuno ha mai messo in dubbio la professionalità di tutti gli operatori sanitari, medici e infermieri. Anzi si è sempre sottolineato che il difetto del sistema è nella carenza di risorse, alla quale proprio la professionalità degli operatori e dei primari è costretta a porre rimedio, sfruttati da chi decide di quelle risorse, cioè dal partito del PD dominante in Regione. Quel Partito che nella nostra Provincia ha chiuso gli Ospedali esistenti in cambio di una mastrodontica colata di cemento chiamato Ospedale Unico regalando il territorio scoperto alla lobby della sanità privata. Quello che non succede in altre Regioni ! dove gli Ospedali sono aperti, valorizzati e ben funzionanti e dove la sanità privata è un valore aggiunto e non sostituisce la sanità pubblica.

I cittadini sanno bene come è ridotto il Santa Croce basta entrarci per rendersi conto del suo smembramento e non hanno bisogno di show elettorali che dicono il contrario per nascondere la realtà.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2019 alle 10:01 sul giornale del 24 maggio 2019 - 528 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, fano, elezioni, politica, Circolo Nuova Fano, elezioni 2019

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Od