Addio all’enologo Elio Savelli: è stato un pioniere dell’agricoltura biologica

1' di lettura Fano 11/05/2019 - Enologo, strenuo sostenitore del biologico. Per lui le coltivazioni dovrebbero avvenire nel modo più naturale possibile. Ed è anche per questo che Elio Savelli - imprenditore e fondatore dell’azienda agricola “Oasi Bellaluce” - era un uomo molto stimato. Se n’è andato all’età di 83 anni.

I suoi vini – conosciuti anche all’estero - hanno ottenuto diversi riconoscimenti, dalla “Menzione d’eccellenza” a “Le Marche da bere”. Con la sua azienda – con sede a Sant’Andrea di Suasa, nel Comune di Mondavio – ha vantato un primato non da poco. È infatti stato il primo nelle Marche a investire nel biologico.

Tra i messaggi di cordoglio anche quello del direttore provinciale di Confcommercio Amerigo Varotti. “Lungo l’Itinerario della bellezza – ha scritto su Facebook - capita di incontrare persone e imprenditori straordinari che diventano anche amici. Elio Savelli, grazie di tutto”. I funerali si sono svolti sabato alle 15 nella chiesa di San Paolo del quartiere Vallato, a Fano, dove l’enologo risiedeva da tempo.








Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2019 alle 16:45 sul giornale del 13 maggio 2019 - 1762 letture

In questo articolo si parla di cronaca, enologia, agricoltura biologica, amerigo varotti, articolo, Simone Celli, lutti, Elio Savelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7nn





logoEV