Commercio Centro Storico, Benvenuti (Lega): "Grazie al centrosinistra sappiamo cosa non fare"

Fano Piazza XX Settembre Fortuna 4' di lettura Fano 02/05/2019 - Non è la prima volta, né sarà l’ultima, che ci accingiamo a sfogliare i quotidiani con un sorriso stampato sulle labbra. Questa volta il merito va attribuito alla candidata Consigliere Fabiola Tonelli, che si è prodigata a snocciolare critiche nei confronti delle iniziative promosse a favore del Commercio e del Centro Storico, durante il partecipatissimo dibattito pubblico dei giorni scorsi svoltosi presso la sede elettorale di Lucia Tarsi.

E in tutta onestà ci sentiremmo anche di concordare sugli appunti mossi dall’esponente che si spende a fianco dell’attuale Giunta, ma solo se i termini della questione fossero stati quelli citati. Ci permettiamo allora una precisazione: Chi era presente ha evidentemente preso male gli appunti per Fabiola che, nell’affanno della competizione elettorale, ha platealmente mancato il colpo nel suo tentativo d’affondo. Chiariamo i termini della questione:

Spinti dalle pressanti richieste della gran parte dei commercianti abbiamo presentato le iniziative approfondite e concertate in questi mesi per un fattivo rilancio del commercio cittadino e del suo Centro Storico.

In estrema sintesi, si è partiti dall’allarmante analisi sull’economia in città e dai dati sullo scontrino medio fanese (che si attesta appena sopra i 13€), dato tra i più bassi della regione nonché in crollo verticale negli ultimissimi anni. Per oltre due ore si è discusso su come rivitalizzare un comparto devastato da un’Amministrazione che ha ignorato le istanze di chi fa impresa in città focalizzando l’attenzione su come rendere il Centro Storico il vero “Centro Commerciale Naturale” della città. Si è evidenziata la necessità di una programmazione di eventi qualificata e costante; una maggior cura del decoro, della pulizia e dell’arredo urbano; rendendo al contempo il Centro più fruibile attraverso percorsi pedonali e ciclabili sicuri ed integrati con i quartieri.

Ed è proprio su questi aspetti che le critiche della Tonelli cadono nel vuoto:

Una chiara visione della città nel lungo periodo, non può prescindere dalla necessità di risolvere i problemi dei cittadini e dei commercianti sin da subito: ecco perché il piano parcheggi predisposto, prevede fasi distinte e non sovrapposte: una immediata conversione di parte degli stalli attualmente a pagamento in parcheggi gratuiti con disco orario a sosta breve, in modo da garantire una adeguata rotazione gratuita delle vetture; la successiva e strategica istituzione di “parcheggi scambiatori a mobilità veloce” situati all’esterno del centro, in prossimità delle principali arterie cittadine dove poter lasciare gratuitamente l’auto e salire, praticamente senza attesa, su apposite navette veloci in grado di accompagnare in centro in tempi rapidissimi.

Altra irrinunciabile priorità è riattivare i fatturati degli esercenti: questo avverrà su due fronti: in primis attraverso la tutela dell’aspetto “motivazionale” dell’acquisto in Centro Storico, per mezzo di strumenti immediati che ne migliorino la fruibilità e l’appetibilità al fine di garantire un maggior afflusso di persone e clienti. In secondo luogo attraverso la predisposizione di strumenti per incrementare le vendite anche su altri mercati, paralleli a quello tradizionale: in questo quadro rientra l’iniziativa relativa alla creazione di una piattaforma di vendita online, comune e gratuita per tutte le attività commerciali, in cui il negoziante non dovrà far altro che indicare gli articoli che vorrà vendere nella sua “vetrina virtuale” ed il prezzo da applicare. Le più qualificate agenzie specializzate nel settore si occuperanno di tutto il resto: promozione, logistica e vendita dei prodotti. In città simili alla nostra, per dimensioni e tipologia commerciale, il provvedimento ha generato a regime incrementi medi di fatturato a doppia cifra derivanti da mercati di vendita extracittadini altrimenti non raggiungibili dagli esercenti.

Ringraziamo quindi i colleghi del centrosinistra, perché il loro operato sarà il nostro vaedemecum delle cose da non fare durante una Amministrazione: ignorare per cinque anni le istanze dei cittadini, per poi svegliarsi a pochi giorni dalle elezioni criticando i progetti altrui. Evidentemente a sinistra inizia l'allenamento per il prossimo ruolo di opposizione.

Da Fabrizio Benvenuti (Candidato al Consiglio Comunale con Lega Fano)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2019 alle 10:37 sul giornale del 03 maggio 2019 - 734 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, lega, lega fano, benvenuti, commercio centro storico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a61m