Calcio: boom di iscritti per l’Accademia dell'Alma, il settore giovanile vola. Matteo Roguletti fa un bilancio della stagione

alma juventus fano Fano 23/04/2019 - Programmazione, successi e una crescita tangibile. Sono questi gli elementi che identificano l’attività del settore giovanile dell’Alma Juventus Fano 1906. Una gestione partita ormai da 4 anni e che inizia a dare ottimi risultati sia sotto il profilo qualitativo che educativo. Deus ex machina è l’emergente Matteo Roguletti, direttore sportivo del settore giovanile granata che dal 2014 ricopre questo incarico.

“Con il salto in serie C della prima squadra - sottolinea Roguletti - abbiamo avuto l’opportunità di misurarci con i campionati professionistici. Una vetrina importante che abbiamo voluto sfruttare per programmare un percorso calcistico di un certo rilievo per formare tanti giovani capaci poi di spiccare il volo verso grandissimi traguardi. Diciamo che siamo soddisfatti perché abbiamo avuto l’under 16 e l’under 15 che sono approdate alla fase finale dei rispettivi tornei nazionali, mentre l’under 17 non ci è riuscita per un soffio. Posizione di prestigio per l’under 14 che nel campionato regionale occupa la seconda posizione in graduatoria anche se disputa il torneo con una annata inferiore rispetto alle altre squadre a conferma delle qualità del gruppo la buona prestazione alla 38esima edizione del ‘Trofeo Pecci’, infine bilancio sicuramente positivo per under 13 Pro che partiva quest’anno in fase sperimentale e come Alma siamo stati gli unici della Provincia ad aver aderito a questo campionato.

Qualche difficoltà l’abbiamo avuta con la Berretti, anche se va sottolineato che abbiamo deciso di giocare con l’annata inferiore rispetto al regolamento. Nonostante sapevamo che avremmo faticato in termini di risultati con le altre compagini, siamo sicuri che questa scelta pagherà grazie alla crescita in prospettiva di questi ragazzi”.

Risultati sul campo che vanno a braccetto con l’evidenza di alcuni giocatori che si sono messi in mostra.

“A Gennaio abbiamo perfezionato la cessione al Pescara del portiere Badioli classe 2002 - continua Roguletti - per il momento posso dire che abbiamo altri ragazzi che sono stati messi nel mirino da società di Serie A determinate a chiudere la trattativa al termine di questa stagione. Queste numerose attenzioni non ci possono fare che piacere, anche se tra i nostri obiettivi primari c’è quello di portare i nostri talenti in prima squadra così da creare una filiera sportiva coerente. Se ci stiamo togliendo delle belle soddisfazioni il principale merito va ai nostri tecnici, tutti professionisti che amano quello che fanno e oltre all’aspetto tecnico, curano quello educativo. Un grazie va a tutti coloro che lavorano dietro le quinte, come i segretari, accompagnatori, collaboratori, magazzinieri che ogni giorno permettono al nostro settore giovanile di essere esemplare e lavorare con grandissima qualità. Un giovane che sogna di fare il mestiere del calciatore deve migliore su tutti gli aspetti, specie su quelli umani e caratteriali”.

Al fianco dell’attività del settore giovanile granata, da due anni l’Alma nell’Accademia granata la sua scuola calcio ufficiale che rappresenta un serbatoio privilegiato.

“In questa stagione abbiamo avuto un vero boom di iscritti passando da 160 a circa 300 iscritti. Numeri impressionati che ci lusingano perché le famiglie fanesi e non, ci vedono come un modello educativo. Abbiamo deciso di dividere le attività: oltre a quelle in campo, abbiamo dei lavori che si svolgono in palestra per lo sviluppo motorio. Le tante iniziative motorie hanno avuto i lori frutti e per il prossimo anno abbiamo tanti progetti che vogliamo sviluppare nell’ottica di migliorare la qualità di ciò che proponiamo. Sono orgoglioso nel dire che l’Accademia granata è il nostro fiore all’occhiello che crescerà ancora proprio perché a prescindere dalle attività dell’Alma rimane un riferimento che lavora con le proprie gambe e con le proprie peculiarità. La grande fiducia che centinaia di famiglie ci hanno affidato ci riempie di orgoglio e di responsabilità perché non ci accontentiamo e vogliamo alzare l’asticella”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2019 alle 16:52 sul giornale del 24 aprile 2019 - 351 letture

In questo articolo si parla di fano, sport, calcio, vivaio, settore giovanile, alma juventus fano 1906, matteo roguletti, accademia alma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6MQ





logoEV