SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ex Caserma Paolini, Fattori e Borioni a M5S: "Mancanza di progettualità e visione a lungo termine"

2' di lettura
1176

A seguito della presentazione del nostro progetto sulla riqualificazione dell’Ex Caserma Paolini, che prevede un aumento dei parcheggi ed un progetto di rinnovo a servizio dei cittadini, ci troviamo coinvolti in un comunicato da parte del Movimento 5 Stelle in una discussione che poco incontra la nostra visione di una politica che parla con progetti e non con parole.

E’ curioso notare come a seguito della nostra presentazione, cerchino di adoperarsi per mettere cappelli sulla questione quando in realtà nel programma del Movimento (online da mesi, come dicono loro) si fa riferimento alla Caserma Paolini solo dal un punto di vista della sicurezza, dando per scontato e confermato il passaggio in tale sede dei Carabinieri – una misura che, come abbiamo spiegato, porterebbe ad una drastica riduzione dei parcheggi a servizio del centro storico – senza nessun riferimento alla perdita di una grande possibilità per il centro e per la città intera.

In quanto alle cessione del bene, il nostro progetto si inserisce proprio in questa visione: sono molteplici, infatti, i beni dello Stato concessi, anche in forma gratuita, a Comuni (o privati) ma a seguito della redazione di un progetto che testimoni l’utilità per la collettività. Ora, al di fuori delle dichiarazioni fatte, non troviamo riscontro di progetti da parte grillina, un fatto che testimonia chiaramente la loro mancanza di progettualità e di visione a lungo termine.

Teniamo infatti a sottolineare che la presenza di una progettualità seria e definita sia fondamentale: non si acquisisce un bene senza avere idea di cosa si possa realizzare in tale struttura. Il loro procedimento inverso, porta ad un modo di agire confuso e, quindi, ad un aumento dei costi di gestione per via della mancanza di obbiettivi, mancanza che spesso si trasforma in ritardi nell’utilizzo del bene, immobilismo, perdita di opportunità e cattiva gestione dei beni con conseguente danno alla collettività.

Ci dispiace che tale progetto abbia messo in luce la loro carenza di progettualità ma il nostro operato va in una direzione diversa: quella di sostituire le parole con progetti concreti e realizzabili, elaborati da persone competenti, per una visione a lungo termine della città di Fano.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2019 alle 16:42 sul giornale del 16 aprile 2019 - 1176 letture