SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Bollette acqua: Tarsi, "Seri si assuma la responsabilità delle scelte di Aset"

2' di lettura
374

Bollette

L’intera questione del rincaro delle bollette dell’acqua sembra paradossale, e ci lascia onestamente allibiti. L’annuncio dei possibili rincari sui consumi dell’acqua era già stato dato in gennaio 2019, ma da quella data non è stato fatto praticamente nulla; un po' di attenzione da parte dell’amministrazione Seri è arrivata solo dopo le forti proteste e le pressioni da parte dei cittadini.

Ancora un brutto esempio di gestione della cosa pubblica, perché molto si sarebbe potuto fare ma non è stato fatto: si sarebbero potuti evitare gli aumenti, privilegiando gli interessi dei cittadini rispetto agli utili di Aset, si sarebbe almeno potuta fare una campagna di informazione per comunicare le scelte aziendali, visto che Aset è una azienda pubblica.

A questo punto le promesse di rinvio dei pagamenti a maggio o di rateizzazione in più mesi ci sembrano decisamente tardive; non sono scelte risolutive perché rinviano semplicemente il problema, anzi risultano persino offensive perché sono state annunciate solo per placare le proteste, e non per dare sollievo alle tasche già vuote dei fanesi.

Ora è necessario che il sindaco Seri spieghi bene come si sono svolti i fatti, e soprattutto che si assuma la responsabilità di non aver gestito in anticipo la questione, come invece avrebbe dovuto fare in qualità di Sindaco del comune di maggioranza della società. Siamo dell’opinione che Aset, in quanto azienda pubblica, ha il principale dovere di tutelare gli interessi dei cittadini e di calmierare situazioni come questa, invece di preoccuparsi solo di far cassa.

Una amministrazione in affanno, quella del Sindaco Seri, sempre in rincorsa a risolvere problemi che essa stessa crea. Nessuna capacità organizzativa né programmatica. Una amministrazione con i giorni contati.



Bollette

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2019 alle 10:24 sul giornale del 10 aprile 2019 - 374 letture