I Mondiali di bocce parlano fanese: i ragazzi di Giuseppe Pallucca conquistano l'oro

3' di lettura Fano 14/03/2019 - Dopo un digiuno durato 18 anni la specialità raffa individuale di bocce italiana è tornata sul tetto del mondo. Un’impresa straordinaria centrata in pieno, con tenacia e caparbietà, da un fanese. Giuseppe Pallucca, Commissario Tecnico della Nazionale Senior di bocce, è appena rientrato con due ori e un bronzo dai Mondiali di bocce celebrati a San Miguel de Tucumàn, in Argentina, dal 4 all’11 marzo scorsi.

La compagine azzurra ha conquistato l’oro nella specialità individuale – categorie maschile e femminile - grazie a Elisa Luccarini e a Gianluca Formicone. Due successi pieni coronati dallo splendido bronzo nella specialità “doppio misto” - formula al debutto in una competizione mondiale - con gli atleti Chiara Morano e Luca Viscusi. A completare la gioia azzurra è stata poi la conquista della Coppa per Nazioni, cioè la classifica generale stilata sulla base dei risultati ottenuti dagli atleti nelle tre specialità.

«La soddisfazione è grandissima – commenta Giuseppe Pallucca, da due anni alla guida della Nazionale senior – perché con la schiacciante vittoria nell’individuale maschile siamo riusciti a rompere un tabù durato ben 18 anni. Non nascondo che le tensioni e le difficoltà sono state veramente tante, a tal punto da rendere la trasferta argentina molto impegnativa e dura fisicamente».

Alle problematiche tecniche, imputabili a campi di gioco non all’altezza di un Mondiale, si sono aggiunti problemi di salute causati da gastroenteriti che hanno fiaccato nel fisico l’intera delegazione azzurra. Nel fisico, ma non nello spirito, dal momento che gli atleti italiani si sono battuti sul campo con tutto il cuore, superando incontro dopo incontro le squadre delle 23 rappresentative nazionali presenti ai mondiali e battendo anche la compagine sudamericana, che forte di buon livello tecnico e con il favore del pubblico si presentava a questo appuntamento con riconosciute velleità. Il mondiale argentino dona nuovo lustro al già ricchissimo palmarès sportivo di Pallucca.

Nel corso della sua lunga carriera sportiva da atleta ha raggiunto i massimi risultati nella specialità raffa: 7 volte campione italiano (di specialità nel 1985, 2000 e 2004 e a squadre nel 1995 - 1996 - 2001 - 2002), 2 volte campione europeo (1998 e 2000) e campione mondiale nel 2001. Nella veste di CT ha già centrato l’oro ai World Games disputati in Polonia nel 2017. Il prossimo appuntamento azzurro è previsto in Austria, nel mese di settembre, per i Campionati Europei.

Appena atterrata a Fiumicino, la delegazione è stata ricevuta a Roma, presso il Centro Tecnico Federale, dai vertici della FIB, con in testa il Presidente Marco Giunio De Sanctis che ha rivolto le più sincere congratulazioni per gli ottimi risultati ottenuti nella trasferta Argentina. La vittoria del Mondiale rappresenta anche un importante segnale di crescita del movimento nazionale azzurro e di incoraggiamento nei confronti dei tanti giovani e giovanissimi che si stanno avvicinando e impegnando nello sport delle bocce, splendida disciplina tecnica e formativa che, per troppi anni, a torto, è stata relegata fra attività sportive “minori”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2019 alle 10:01 sul giornale del 15 marzo 2019 - 1026 letture

In questo articolo si parla di attualità, bocce, giuseppe pallucca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5iz





logoEV
logoEV