Concorso "Sulle vie della parità nelle Marche”, premi al gioco da tavolo al femminile

3' di lettura Fano 08/03/2019 - Un gioco da tavola al femminile, storie di donne che hanno reagito al terremoto, il racconto di una staffetta partigiana, l'omaggio ad Adele Bei e a Maria Montessori.

Sono alcouni dei lavori premiati a Palazzo Li Madou per la seconda edizione del concorso per le scuole “Sulle vie della parità nelle Marche”. L'iniziativa si lega al progetto nazionale promosso da Toponomastica femminile e Osservatorio di Genere, ed è patrocinata dalla Commissione regionale pari opportunità, dal Consiglio delle donne del Comune di Macerata, in collaborazione con il Sistema museale dell'Università di Camerino, Cgil, Cisl e Uil Marche.

«Un progetto che guarda al passato, ma rilancia il futuro, restituendo la memoria del contributo delle donne» - ha commentato Meri Marziali, presidente della CPO, invitata a premiare i migliori lavori. Il concorso mira a valorizzare il contributo offerto dalle donne nella costruzione della società e la Commissione di valutazione ha selezionato gli elaborati cercando di premiare l'innovazione, l'originalità, la complessità dei temi e i linguaggi utilizzati.

Le scuole premiate sono la Primaria Montessori dell'IIS Fermi di Macerata, le scuole superiori Istituto professionale “A. Olivetti” di Fano, IPSIA “E.Rosa” di San Severino Marche, IIS “Giuseppe Garibaldi” di Macerata , IIS Carlo Urbani di Porto Sant'Elpidio, IIS Luigi Donati di Fossombrone, Itis Enrico Mattei di Recanati. Le classi sono state premiate con volumi e opere appositamente realizzate dalle artiste marchigiane Daniela Scriboni, Stefania Ciucani, Elena Borioni e Luisa Gianfelici. A tutti i vincitori sarà offerto il viaggio a Roma per partecipare il 30 aprile alla premiazione nazionale del concorso. Tra gli intervenuti alla cerimonia, alla quale era presenti oltre 80 studenti, l'imprenditrice Orietta Maria Varnelli e Daniel Borgo Caratti, figlio dell'egittologa Alessandra Nibbi, arrivato appositamente dall'Australia.

LE SCUOLE PREMIATE

“Donne in gioco. Donne straordinariamente normali che hanno costruito la storia di Fano e dintorni” della III C tecnico grafica e comunicazione dell'Istituto professionale Olivetti di Fano si è aggiudicato sia il premio per il progetto più innovativo, sia il primo posto nella sezione “Percorsi mediatici, comunicativi, espositivi e di spettacolo”. I ragazzi hanno realizzato e sperimentato con il coinvolgimento dei bambini della scuola primaria un gioco da tavola dedicato alle biografie di donne che hanno lasciato un'impronta nella loro città.

Il premio speciale per le scuole del cratere è stato assegnato alla II PIA dell'IPSIA “E.Rosa” di San Severino Marche per il video-inchiesta “Women at work. Le Marche si raccontano”, dedicato a donne che hanno avuto la capacità di reagire dopo il terremoto del 2016.

La testimonianza della partigiana Nunzia Cavarischia al centro del lavoro “Monologo di una staffetta” di I e V A dell'IIS di Macerata Giuseppe Garibaldi, vincitore della sezione “Il viale delle Giuste”.

Il premio “Percorsi territoriali, urbani e ambientali” è stato assegnato allaIV D Accoglienza turistica Istituto Carlo Urbani di Porto Sant'Elpidio per “Amelia Sorcinelli. Maestra e anima del Giardino d'infanzia”.

Come progetto più originale è stato premiato “Leda Antinori” dell'IIS Luigi Donati di Fossombrone.

Per la sezione “Le madri della Repubblica” il premio è andato alle due poesie composte da I e II D dell'Itis Enrico Mattei di Recanati dedicate ad Adele Bei.

Nella sezione “Il lavoro delle donne” premiato come miglior progetto “Maria Montessori” della II A IIS Enrico Fermi di Macerata e “Alessandra Nibbi” della III D liceo scientifico scienze applicate dell'IIS Carlo Urbani di Porto Sant'Elpidio, allo stesso istituto anche il premio come lavoro individuale ad uno studente della III A liceo scientifico.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2019 alle 15:12 sul giornale del 09 marzo 2019 - 303 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, consiglio regionale delle marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a46D