Tir devastato dalle fiamme: sostanze pericolose sull'asfalto? Tutte le foto

1' di lettura Fano 05/03/2019 - Un mezzo pesante completamente distrutto dal fuoco. Due esplosioni che hanno spaventato i tanti automobilisti in transito in quella zona. Poi lei, la colonna di fumo nero, nerissimo. Alta, con odori fastidiosi che arrivati anche in quartieri lontani a causa del vento. È lo scenario che ha caratterizzato la giornata di lunedì, dopo che in via Campanella – nei pressi del Codma – ha preso fuoco un tir tedesco. Lunghissime le operazioni di spegnimento. La bonifica, invece, si è protratta ancora più a lungo.

La strada è rimasta chiusa al traffico anche nella giornata di martedì. I vigili del fuoco hanno lavorato fino alla tarda sera di lunedì per spegnere il rogo. Sono intervenuti con cinque automezzi e dieci uomini, e hanno utilizzato anche del liquido schiumogeno. Poi sono state avviate le operazioni di rimozione dei rifiuti prodotti dall'incendio (qui tutti i dettagli su quanto accaduto). A segnalarlo è stato lo stesso Comune di Fano. Il sindaco Massimo Seri e l'assessore all'ambiente Samuele Mascarin hanno monitorato personalmente le operazioni.

In una nota l'amministrazione ha comunicato che i lavori di pulizia e lavaggio sarebbero continuati anche nella giornata di martedì, almeno fino al pomeriggio. Sarà l'Arpam, poi, a far luce su cosa sia andato disperso nell'aria per via dell'incendio. Tra le altre operazioni si prevede anche la rimozione di un pezzo d'asfalto su cui si sono riversate alcuine sostanze considerate pericolose.








Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2019 alle 16:33 sul giornale del 06 marzo 2019 - 605 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incendio, fano, redazione, vivere fano, tir, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4Xl