SEI IN > VIVERE FANO > SPORT
comunicato stampa

Il Comune minaccia di revocare la concessione della sede: judoka fanesi sul piede di guerra

2' di lettura
2213

Il presidente del Judo Club Fano, Andrea Mencucci, non poteva credere ai propri occhi leggendo una nota ufficiale ricevuta dall’Ufficio sport del Comune di Fano nella quale senza mezzi termini si prospettava la revoca della concessione della propria sede, la palestra della scuola comunale Decio Raggi di Ponte Metauro, se il club non avesse provveduto all’immediata sostituzione della pavimentazione da judo (tatami) giudicata obsoleta.

La vicenda ha il sapore di un paradosso degno di un romanzo kafkiano considerando che il tatami non solo è di proprietà del sodalizio ma e’ stato usurato proprio perché messo a disposizione gratuita del Comune al quale appartengono i locali della Raggi ed utilizzato per l’attività scolastica dal lontano 1999.

Aggirandosi intorno agli 8000 € il costo per l’acquisto di un nuovo tatami rappresenterebbe un colpo durissimo per le risorse dell’associazione nonché un investimento a fondo perduto considerato l’uso gratuito che ne farebbe la scuola. La beffa quindi oltre il danno.

Nessuna risposta o intervento ufficiale sulla vicenda da parte dell’Assessore allo sport del Comune di Fano il quale con il proprio silenzio si rende consenziente a questa richiesta che non brilla certamente di “fair play” e gratitudine.

Il Judo Club Fano, in attività dal 1963, già premiato dal CONI con la Stella d’Argento, ha formato in tutti questi anni migliaia di judoka, molti dei quali hanno raggiunto brillanti risultati senza mai avere dall’amministrazione comunale neanche un centesimo pur mettendo a disposizione gratuita in tutti questi anni il proprio materiale alla collettività.

Preoccupato per questa azione capace di mettere a serio rischio il futuro sportivo dei propri associati il presidente Mencucci, che festeggia quest’anno mezzo secolo di attività judoistica e per questo conosciutissimo in città, ha convocato un’assemblea straordinaria degli iscritti dalla quale si è formato il primo nucleo di un comitato cittadino per la ricerca di una nuova palestra per il sodalizio.

A questo proposito è stata individuata idonea la palestra della erigenda scuola elementare di Cuccurano-Carrara la quale, tuttavia, è ben lontana dall’essere terminata.

Intanto il comitato ha chiesto un incontro con il sindaco Massimo Seri diretto a trovare una soluzione temporanea per la sede del club fino alla definitiva consegna della scuola di Cuccurano.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2019 alle 10:53 sul giornale del 05 marzo 2019 - 2213 letture