Cuoco di 53 anni stroncato da un arresto cardiaco

Fano 11/02/2019 - Ha perso i sensi, poi non si è più svegliato. Se n’è andato così il cuoco di un noto ristorante, per via di una arresto cardiaco. Era in casa sua. All’improvviso si è sentito male, poi il disperato tentativo di rianimarlo. Ma per lui non c’era già più niente da fare.

Valerio Omiccioli lavorava nel locale di famiglia, nientemeno che “Da Farina” a Carrara di Fano. Una famiglia sfortunata, già segnata da un grave lutto. Nel 2001, infatti, i gestori Giancarlo e Mirella avevano già perso il loro figlio Walter in un incidente stradale in zona Ponte Sasso. Aveva poco più di 20 anni. Valerio, invece, ne aveva quasi 53.

Quel dolore al petto ha portato fino all’inevitabile. Inutili gli sforzi di parenti e sanitari del 118, che ce l’hanno messa tutta per cercare di salvare il salvabile. Oltre ai genitori e alla sorella Morena, Valerio lascia anche la moglie Emanuela e i figli Riccardo e Federica di 19 e 25 anni.








Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2019 alle 21:07 sul giornale del 12 febbraio 2019 - 6631 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, vivere fano, malore, ristorante da farina, articolo, carrara di fano, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4cb





logoEV
logoEV