Teatro romano, l’acquisizione da parte del Comune è sempre più vicina

1' di lettura Fano 05/02/2019 - Approvare il bilancio di previsione entro il 31 dicembre. Quello consuntivo? Entro aprile. Rispettando queste due scadenze si ottengono dei benefit. A dirlo è la legge, ed è rispettando certi tempi che il Comune di Fano può ufficialmente affermare di essere sempre più vicino all’acquisizione del teatro romano di via De Amicis, per una spesa di circa 650mila euro.

Tra i benefici previsti vi è proprio quello di poter finalmente tornare ad acquistare o affittare immobili. L’unica alternativa possibile, finora, era infatti stata la permuta. Ma ora le cose cambiano, come sottolineato dal sindaco di Fano Massimo Seri e dal dirigente Pietro Celani. Nello specifico, il Comune potrebbe diventare proprietario dell’ex filanda, aprendo la strada a un “polo culturale” in cui troverebbe una naturale e felice collocazione pure il tanto atteso Lisippo.

Una volta approvato il consuntivo – ovviamente entro aprile - si lavorerà per ottenere i finanziamenti necessari, poi si stabilirà un dialogo con l’effettivo proprietario dell’ex filanda per arrivare al trasferimento definitivo nelle mani del Comune. E su quest’ultimo passaggio la fiducia è piuttosto alta.






Questo è un articolo pubblicato il 05-02-2019 alle 16:11 sul giornale del 06 febbraio 2019 - 533 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, redazione, comune di fano, vivere fano, teatro romano, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3ZW





logoEV
logoEV