Ladri in azione massacrano un cane, il proprietario li prende a bastonate: ingente il bottino

effrazione ladri furto rapina 1' di lettura Fano 10/12/2018 - Avevano paura che abbaiasse, così l’hanno picchiata quasi fino a ucciderla. Così una cagnolina è rimasta tramortita, mentre i ladri facevano razzia nella casa dei suoi “padroni”. Alla fine se ne sono andati con una refurtiva di circa 4mila euro, ma non tutto è andato secondo i loro piani. Perché il proprietario della casa li ha colti sul fatto, e ha fatto perdere l’equilibrio a uno di loro con una bastonata. Salvando, così, almeno le scarpe indossate da sua moglie – una fanese di 32 anni – al loro matrimonio.

Hanno dimostrato di non avere alcuno scrupolo i malviventi che qualche notte fa hanno colpito in zona Fiordipiano, frazione di Montemaggiore al Metauro. Dopo aver massacrato l’animale, sono riusciti a portare via preziosi e contanti, ma anche piccoli oggetti come un phon, una piastra per capelli e un salvadanaio con dentro 400 euro. Prima sono saliti sul tetto di un capanno, poi hanno forzato una porta e sono entrati al piano superiore dell’abitazione. Si sospetta che ad agire siano stati alcuni giovanissimi dalla corporatura esile e con accento dell’est.






Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2018 alle 16:04 sul giornale del 11 dicembre 2018 - 6780 letture

In questo articolo si parla di cronaca, animali, fano, ladri, redazione, rapina, Montemaggiore al metauro, furti in abitazione, articolo, Simone Celli, Fiordipiano, animali maltrattati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2h3





logoEV