Ciclabile, Fumante (PD): "Al mare in sicurezza, sì al collegamento Interquartieri-Arzilla"

pista ciclabile 3' di lettura Fano 20/07/2018 - Questa amministrazione ha avuto la capacità di completare in poco tempo il secondo tratto dell’interquartieri. Un’ importante arteria cittadina che collega il quartiere di Sant’Orso alla zona della Paleotta, affiancata da una bella ciclabile in sede propria, ben illuminata che attraversa gran parte della città come i quartieri di San Cristoforo, Fanfani e Poderino, fermandosi al parcheggio per intendersi del “Circolo Tennis”, pista “Zengarini”.

È volontà di questa amministrazione collegare la ciclabile interquartieri con quello che rimane del percorso ciclo pedonale che costeggia il torrente “Arzilla” per avere un’unica infrastruttura capace di portare tutta la città verso le spiagge di Gimarra, Arzilla e Lido e perché no allacciarsi alla ciclabile “Fano Pesaro” che questa amministrazione insieme ad Aset ha prontamente illuminato.

Un bel progetto che ha recepito gran parte delle osservazioni delle associazioni vicine alla mobilità leggera e che vede un tracciato che riqualifica e mette in sicurezza il percorso.

In sintesi dal parcheggio del circolo tennis si prosegue verso mare con un percorso protetto a margine dell’area verde alle spalle della palestra “Trave”, per allacciarsi in via Modigliani anche qui con un percorso protetto da un cordolino per innestarsi a sua volta in via della Paleotta che ha già una sede ciclabile sulle quale saranno potenziate le protezioni fino all’altezza di “Casa Cecchi”. Di qui si proseguirà fino al collegamento con la ciclabile esistente per raggiungere via del Moletto quindi l’ accesso al mare.

Una riqualificazione importante sarà effettuata sul percorso esistente lungo l’argine del torrente “Arzilla” che nel primo tratto recependo le osservazioni delle associazioni avrà una sezione più stretta per salvaguardare il filare di “Pioppi Cipressini”, per poi imboccare il ponticello sul torrente “Arzilla” anch’ esso ristrutturato e riqualificato.

Si prosegue quindi sull’argine sinistro (lato “Gimarra”) su un percorso dotato di una pavimentazione fatta con un fondo di conglomerato trasparente azzerando l’impatto visivo, il tutto con illuminazione a led di ultima generazione.

Ad essa sarà connessa anche la ciclabile del “Fenile” tramite l’istituzione di un senso unico in via della “Fornace”.

In pratica tutti quelli che vorranno raggiungere le spiagge di Arzilla, Lido e Gimarra lo potranno fare in sicurezza giorno e notte utilizzando l’unico varco accessibile che passa sotto la pericolosissima statale. Piange il cuore vedere i nostri ragazzi attraversare in particolar modo la sera viale “Romagna”.

Un’importante alternativa per raggiungere anche i locali della movida lasciando a casa macchina e patente, per potersi divertire in modo sano e responsabile, non di meno è una risposta alla storica mancanza di parcheggi in zona mare.

Innumerevoli i vantaggi anche nella stagione invernale il percorso potrà essere utilizzato in particolare dai residenti di Gimarra, Arzilla e Lido per raggiungere il polo scolastico dei Licei della nostra città.

Come si vede non ci sarà nessuno scempio ambientale, il 99% degli alberi sarà salvaguardato come la salute e la sicurezza di tutti i ragazzi e famiglie che eviteranno di attraversare la statale; le uniche vere conseguenze saranno meno macchine, meno inquinamento, più biciclette e più salute.

Dalle associazioni colgo un altro importante contributo ovvero quello di mettere in sicurezza e in rete le ciclabili esistenti di via “Palazzi” e viale “Kennedy” che con un cordolo potrebbero essere utilizzate con doppio senso di marcia.


da Enrico Fumante
Consigliere Comunale Partito Democratico - Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2018 alle 16:18 sul giornale del 21 luglio 2018 - 476 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, pd, pista ciclabile, Enrico Fumante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWPf





logoEV
logoEV