Festival del Brodetto, arriva il sostegno del ministero. In programma anche diverse attività per i bambini

6' di lettura Fano 03/07/2018 - Una collaborazione che profuma di mare e che mira a promuovere la pesca intelligente e compatibile, insieme a uno sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità che dipendono da quest’attività simbolo di un territorio e della sua storia. Il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce (5-8 luglio 2018 / Lungomare Simonetti) di Fano annuncia l’importante collaborazione con il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali. Il Mipaaf, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020, ha deciso di sostenere la XVI edizione del Festival dedicato al piatto povero della tradizione marinara fanese.

Tutti i giorni di Festival, dalle 19 alle 22, la Cavea del Lido, sarà dunque pronta a ospitare le famiglie in arrivo a Fano per far loro conoscere lo strabiliante mondo del mare, i pesci che lo popolano e l’ambiente in cui vivono. Un modo divertente ed efficace per far loro imparare a rispettare il mare e, di conseguenza, il nostro pianeta. I visitatori del Festival, in particolare le famiglie, avranno quindi l’opportunità di affacciarsi al mondo della pesca e della marineria con “Brodetto & Kids”, nata proprio dalla collaborazione con il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali e allestita nella suggestiva Cavea del Lido di Fano. L’iniziativa è volta a far scoprire ai più piccoli un grande tesoro presente nell’Adriatico: il pesce, alimento prezioso soprattutto per i bambini come fonte di omega 3, proteine nobili altamente digeribili, sali minerali e vitamine.

Nasce la collaborazione fra il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali e il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce, iniziativa attenta al dibattito su temi legati alla pesca e alla cultura del mare. La Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura, all’interno del Mipaaf, è l'autorità preposta alla gestione e coordinamento del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020, che promuove la pesca e l'acquacoltura intelligenti e compatibili insieme ad uno sviluppo sostenibile ed inclusivo delle comunità che dipendono dalla pesca stessa. Alla base della strategia, che indirizza anche le iniziative promosse al Festival del Brodetto, vi è la consapevolezza che le risorse del Mare vanno salvaguardate attraverso un utilizzo sostenibile e condiviso, con programmi di gestione che utilizzino le conoscenze scientifiche a supporto dell'occupazione e dell'economia. Questo approccio deve orientare ogni settore collegato all’economia del mare, come quello agroalimentare che oggi vediamo esprimersi con tutta la sua vitalità nel contesto del Festival. Ministero per le Politiche Agricole e Forestali

“Il Festival di Fano rappresenta un punto di riferimento importante per la stagione estiva marchigiana e tra le manifestazioni enogastronomiche più prestigiose in programma - ha detto Angelo Sciapichetti, Assessore alla Pesca Regione Marche - Tutta la filiera istituzionale – dal Comune alla Regione, al Ministero – ha collaborato per il rilancio di un evento che, anche come assessorato regionale alla Pesca, vogliamo valorizzare. Il pesce è una risorsa fondamentali dei nostri mari che alimenta uno dei settori produttivi più significativi e da rilanciare dell’economia marchigiana. In un momento in cui la pesca soffre ovunque, a livello nazionale, iniziativa come questa contribuiscono a favorire una conoscenza dei problemi, a delineare soluzioni, a promuovere il territorio. Inserendo la manifestazione di Fano in un contesto regionale, favoriamo la diffusione di un’eccellenza locale tra le più peculiari e la valorizzazione dell’intero settore turistico enogastronomico regionale”.

“Il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce è cresciuto fino a divenire un evento di grande valore e prestigio per il settore della pesca e per la filiera ittica di Fano e delle Marche. Fano può contare su una manifestazione che fa eco a livello internazionale poiché sa valorizzare sapientemente un piatto tipico della tradizione marinara, recuperato e tornato ad arricchire i menu dei ristoranti e poiché promuove l'elevata qualità del pesce che portiamo in tavola. Un progetto fortemente attrattivo anche per il turismo: chi verrà per il Festival vivrà un'esperienza unica e saprà apprezzare tutta la bellezza delle Marche tra natura, arte e cultura. La Regione Marche riconosce il valore dell'evento e lo sostiene con convinzione”, ha commentato Renato Claudio Minardi, Vice Presidente Consiglio Regionale delle Marche.

“È stato un lavoro di squadra che ha avuto inizio lo scorso anno, proprio nella giornata inaugurale del Festival, a cui partecipò su mio invito il sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe Castiglione. La sua presenza all'evento è stata fondamentale ed infatti quest’anno il festival internazionale del brodetto si arricchisce di un importante riconoscimento istituzionale ed economico del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali che ha concesso un contributo importante per utilizzare proprio il festival internazionale del brodetto, quale occasione per promuovere le loro campagne istituzionali soprattutto rivolte ai bambini. Questo riconoscimento ha fatto crescere la rilevanza del Festival, la diffusione dell'importanza economica del settore della pesca, la diffusione dei valori della marineria e di quelli nutrizionali del pesce dell'Adriatico”, ha affermato Mirco Carloni, Consigliere Regione Marche.

“La nostra manifestazione continua a crescere, così come l’interesse intorno alla stessa. Un risultato dovuto al lavoro degli organizzatori, della promozione fatta, dal lavoro di squadra portato avanti dagli enti locali. Negli anni il Festival si è arricchito qualificando la sua proposta d'intrattenimento, presentando nuovi appuntamenti, laboratori, convegni e comunicando a livello nazionale e internazionale la rilevanza e l’identità di un piatto tipico che contraddistingue Fano e l’intero territorio regionale. Attendiamo ora di vivere le quattro giornate dedicate al piatto simbolo della città sia come occasione turistica, sia come strumento di valorizzazione di un settore fondamentale come la pesca”, ha detto con soddisfazione Massimo Seri, Sindaco di Fano.

Brodetto & Kids – IL PROGRAMMA

L’iniziativa “Brodetto & Kids” proporrà laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare e attività dedicate a grandi e piccini, per vivere i temi del Festival liberando la fantasia. Dalle 19 alle 22, in tutti i giorni di Festival (giovedì 5, venerdì 6, sabato 7, domenica 8 luglio 2018) in programma degustazioni a base di pesce e divertenti attività “su misura” dei più piccoli come: “Un mare di disegni e fotografie”, laboratorio fotografico interattivo a cura dell’Associazione Culturale Centrale Fotografia; “Pescalo, pescalo quel pesciolino”, giochi di movimento per conoscere e riconoscere gli abitanti del mare; "Mosaici tra le onde”, laboratorio creativo per bambini che prevede la costruzione libera di un mosaico con la pixel art e il riuso di materiali dell’ambiente marino; “C’era una volta il galeone…” racconti e leggende del mare, dei suoi abitanti e dei suoi esploratori.

Appuntamenti da non perdere con il professore del mare, Corrado Piccinetti, dell’Università di Bologna, che guiderà per mano il piccolo pubblico del “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” 2018 alla scoperta del “mondo blu” con una lezione dal titolo “Conosciamo i pesci del Mare Adriatico” sabato 7 luglio, alle ore 19.30 e domenica 8 luglio, alle ore 20.30.


da Festival Internazionale del Brodetto






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-07-2018 alle 10:00 sul giornale del 04 luglio 2018 - 424 letture

In questo articolo si parla di enogastronomia, attualità, fano, festival internazionale del brodetto, cibo, eventi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWdB





logoEV
logoEV