Da “Fano dei Cesari” a “Fanum Fortunae”: la festa romana cambia nome e si allea con il Carnevale

3' di lettura Fano 25/05/2018 - Ludi, certamina, declamationes, castra, pompa magna, bacchanalia. Messa così sembra un’antica formula magica recitata in latino. La realtà non è molto distante: sono infatti le parole-chiave attraverso cui i promotori della nuova Fano dei Cesari cercheranno di riportare la grande festa romana agli antichi fasti. Nuova, sì, già a partire dal nome: “Fanum Fortunae”, la sintesi ideale per esprimere la duplice essenza dei tanti eventi che susseguiranno dal 9 al 15 luglio, a cavallo tra la componente turistico-spettacolare e l’aspetto prettamente culturale.

Già, perché ai promotori della nuova Fano dei Cesari – che torna in questa nuova veste dopo ben sette anni di latitanza – l’intrattenimento non basta. A detta degli organizzatori, la romanità è parte di noi, e questo aspetto va assolutamente valorizzato. Ma cosa significano quelle parole? “Ludi” è il gioco, “certamina” la gara, “declamationes” – appunto – l’aspetto culturale, “castra” la presenza di accampamenti militari e civili, “pompa magna” i fasti e la magnificenza, mentre “bacchanalia” è tutto ciò che riguarda feste e banchetti. Eccole le tante anime di “Fanum Fortunae”, che altro non è se non l’antico nome di Fano. Anche detta, non a caso, Città della Fortuna.




L’evento è stato presentato ufficialmente questa mattina, ed è organizzato dall’amministrazione comunale e dalla Proloco di Fano, insieme a Simmachia Ellenon, Colonia Iulia Fanestris e Comitato Genitori di Sant’Orso, con la collaborazione del Centro Studi Vitruviani, dell’Archeoclub e il supporto della Regione Marche. Una vera e propria sinergia tra enti pubblici e privati, ma anche associazioni, commercianti e cittadini. Tante voci per un solo intento: permettere a fanesi e turisti di viaggiare nel tempo. Un salto all’indietro di 2mila anni che - a detta del presidente della Proloco Etienn Lucarelli – si spera possa durare anche oltre i tre anni già “annunciati” – le virgolette sono d’obbligo, considerate le elezioni comunali del prossimo anno -, arrivando in scioltezza ad almeno quattro o cinque edizioni di fila.

FANUM FORTUNAE - FANO DEI CESARI, LEGGI LE DICHIARAZIONI DEGLI ORGANIZZATORI

Ma - al di là delle formule latine – qual è la ricetta scelta dai promotori per riportare in città i fasti dell’antica Roma? Innanzitutto quella di consentire alle persone di passeggiare per il centro incontrando le ronde dei legionari. Chi parteciperà alla festa romana potrà visitare gli accampamenti, assistere agli scontri nella grande arena del Pincio così come alle sfilate, per non parlare dell’attesa corsa delle bighe e delle tante feste che verranno organizzate. Ci saranno anche diversi accampamenti militari, così come le numerose attività realizzate – sempre al Pincio - da Simmachia Ellenon. I visitatori potranno approfittare dei punti ristoro per gustare le specialità dell’epoca. Potranno poi visitare l’antica domus romana realizzata nell’area San Michele, e infine il “macellum”, il mercato romano in cui acquistare ricchezze dell’epoca e che si estenderà anche fino in via Arco d’Augusto e in parte di Corso Matteotti. Tutto questo grazie a Colonia Iulia Fanestris.

I già citati accampamenti contribuiranno a creare l’atmosfera surreale della festa romana che in tanti ricordano. Qui ci sarà anche la Prima Legio Italica - famosa per la sua collaborazione con i programmi storici di Piero Angela -, insieme a gruppi rievocativi dell’antica Roma tra i più importanti d’Italia. I commercianti del centro storico, poi, avranno un ruolo fondamentale, con i loro addobbi a tema romano. Tra le novità anche il coinvolgimento dell’Ente Carnevalesca che - grazie ai suoi maestri carristi - darà una grossa mano per le scenografie, dirottando parte delle risorse destinate al Carnevale estivo verso la festa romana che tanti fanesi stanno aspettando.

LEGGI IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO DI FANUM FORTUNAE - FANO DEI CESARI 2018








Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2018 alle 16:50 sul giornale del 26 maggio 2018 - 2602 letture

In questo articolo si parla di fano, carnevale, estate, redazione, spettacoli, rievocazioni storiche, Fano dei cesari, eventi, fanum fortunae, proloco di fano, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUWW





logoEV
logoEV
logoEV