SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Facebook, verde pubblico e querele. L'affondo del centrodestra: "Seri non faccia lo sceriffo"

2' di lettura
3011

Dopo il video apparso sui social in cui un cittadino fanese ha espresso la sua indignazione per il comportamento tenuto dall’amministrazione comunale nei suoi confronti (per 4 cm di erbetta davanti casa), il Sindaco con una conferenza stampa ha ripreso il cittadino intimandogli di chiedere scusa pubblicamente, minacciandolo di denunciarlo pubblicamente per aver (a suo dire) insultato il corpo di Polizia Municipale (quando in realtà dal video si evince bene che l’eventuale insulto non è verso la Polizia Locale).

In questa diatriba intervengono i consiglieri comunali Luca Serfilippi e Davide Delvecchio che stigmatizzano il comportamento del primo cittadino.

E’ veramente brutto vedere un Sindaco che attacca un cittadino minacciandolo di querela – scrivono Serfilippi e Delvecchio. Questo atteggiamento mostra un’arroganza politica di chi amministra la città. Il Sindaco si dovrebbe fare un bagno di umiltà e capire il motivo per cui un cittadino è stato indotto a condividere un suo pensiero libero e democratico sul fatto che gli era successo.

Non abbiamo bisogno di un sindaco sceriffo che minaccia i cittadini che non la pensano come lui. Con quella conferenza stampa si voleva far paladino della Polizia Urbana per un pugno di voti.

La Polizia Urbana è una delle deleghe che ha praticamente abbandonato in questi anni, visto che le carenze di organico che aveva 4 anni fa non sono state per nulla rimpinguate. Non solo non è stato assunto nemmeno un Vigile, addirittura non è stato nemmeno in grado di stabilizzare la figura del Comandante del Corpo di Polizia Municipale, tamponato grazie all’impegno dei due vice-comandanti Montagna e Di Quirico, che hanno svolto egregiamente il loro lavoro in questi anni.

Seri – conclude la nota - dovrebbe chiedere scusa al giovane cittadino, visto che è lui stesso ad aver imposto al corpo di Polizia Locale di punire i cittadini che tengono il verde adiacente alle proprie abitazioni in cattivo stato, quando il primo a trascurare i beni pubblici è proprio la sua amministrazione.

da Luca Serfilippi – La Tua Fano
Davide Delvecchio - Udc





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2018 alle 10:32 sul giornale del 18 maggio 2018 - 3011 letture