SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

Verso la ColleMar-athon. Dalla mezza maratona all’arrivo alla Rocca Malatestiana: tutte le novità dell’edizione 2018

4' di lettura
767

È considerata una delle dieci maratone più importanti d’Italia. Ed è l’unica delle Marche. Si presenta così la 16esima edizione della ColleMar-athon, con le stesse premesse di un evento in grande stile. Al suo ricco programma si aggiunge, quest’anno, la novità della mezza maratona di quasi 21 chilometri con partenza da Mondolfo, oltre a tanti appuntamenti collaterali. Partenza da Barchi e arrivo – per la prima volta - alla Rocca Malatestiana di Fano. Il giorno da segnare sul calendario è domenica 6 maggio.

Sarà una vera festa di sport. Non sono parole rimasticate: la ColleMar-athon è un vero e proprio evento collettivo che coinvolge ben cinque comuni – sette, prima del recente accorpamento di municipi –, e questo significa che la grande maratona che unisce l’entroterra alla costa ha tutti i tratti distintivi di una festa vera. Collegialità, partecipazione e anche solidarietà: ecco le parole-chiave della manifestazione, frutto della collaborazione tra intere comunità. Come ricordato dal presidente del comitato organizzatore Annibale Montanari, questo risultato “è frutto di una sinergia tra più istituzioni, della capacità di fare rete, anche se la vera forza sono i volontari”.

A testimoniare l’ampio raggio dell’evento è lo stesso itinerario. La corsa partirà alle 9 dalla porta medievale del castello di Barchi. Poi gli oltre mille podisti in gara attraverseranno i borghi storici di Mondavio, Orciano, San Giorgio di Pesaro, Piagge, Cerasa di San Costanzo e San Costanzo stessa, fino ad arrivare al traguardo fanese, per una volta collocato in pieno centro. E non è un caso, perché, come ha ricordato Fabio Sturani – presente alla conferenza di presentazione in rappresentanza del Coni e della Regione Marche – “la Collemar-athon è un appuntamento importante dal punto di vista agonistico e sportivo, ma anche per la promozione turistica”. Dunque perché non valorizzare le bellezze architettoniche marchigiane, tra cui la rocca fanese? Dello stesso parere anche il vicepresidente dell’assemblea legislativa regionale Renato Claudio Minardi, che ha fatto sì che la ColleMar-athon venisse inserita tra le dodici manifestazioni sportive marchigiane più importanti per il traino turistico.

Lo spirito della manifestazione è racchiuso nelle parole di Montanari. ”Da 16 anni – ha detto - riusciamo a organizzare un evento di questa portata perché dietro ci sono uomini e donne che ci mettono anima e corpo. La ColleMar-athon è un evento a 360 gradi in cui conta vincere, ma soprattutto mettersi in gioco per superare i propri limiti. Quello che spendi e perdi a livello muscolare – ha concluso il presidente – lo riacquisti tutto visivamente e moralmente”. Il valore aggiunto? Il fatto che sia impossibile annoiarsi: la visuale cambia di chilometro in chilometro, perché il percorso attraversa borghi e luoghi diversi. E tutti particolarmente belli.

Attesi anche quest’anno parecchi atleti stranieri, complice il gemellaggio con la maratona americana di Chattanooga (Tennessee). Già confermata la presenza di ventidue americani, di cui quindici podisti. Tra gli appuntamenti collaterali si ricorda la mostra del fotografo-runner Graziano Ridolfi allestita nel Villaggio Atleti della Rocca Malatestiana, oltre alle visite guidate organizzate dagli studenti del liceo artistico Apolloni – già autori del manifesto ufficiale dell’edizione 2018 - che si trasformeranno in ciceroni a vantaggio degli atleti e delle loro famiglie. Sempre alla Rocca, sabato 5 maggio andrà in scena il Pasta Party grazie alla partnership con le aziende Girolomoni di Isola del Piano e Campo di Fossombrone. Il programma della vigilia prevede anche un concerto jazz della BiFunk Brass Bund, sempre alla Rocca ma anche per le vie del centro. Per il post-gara, invece, la Proloco di San Costanzo preparerà un pranzo a base di polenta.

E il premio? Un viaggio di una settimana per due persone offerto da Eden Viaggi, sia per chi taglierà per primo il traguardo della maratona sia per il vincitore della mezza. È previsto anche un riconoscimento da parte dell’Ente Carnevalesca per chi gareggerà mascherato. Confermata, inoltre, la sinergia con lo sponsor tecnico Asics, grazie alla collaborazione con King Sport & Style, da anni punto di riferimento per i runner della Città della Fortuna e non solo. E se certe strette di mano non sono una novità, tra le new entry di questa edizione si segnala la nuova app per Google Play e Play Store per leggere in tempo reale tutte le news e collegarsi direttamente al sito ufficiale dell’evento. Attraverso l’app sarà possibile anche chattare con gli organizzatori. Con tanto di notifiche “push”.

Per le altre informazioni consultare il sito www.collemar-athon.com e la pagina Facebook ufficiale.





Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2018 alle 16:08 sul giornale del 10 aprile 2018 - 767 letture