Blitz antidroga, restano in carcere i tre spacciatori arrestati a Pesaro

1' di lettura Fano 27/03/2018 - Venerdì scorso l’arresto, infine la convalida che li costringe a restare in carcere. È quanto ha deciso il giudice per i tre spacciatori presi a Pesaro dai carabinieri di Fano, incolonnati di fronte a un semaforo rosso dopo una breve fuga urbana.

Il trio era stato trovato in possesso di due etti di cocaina purissima. I militari li avevano pedinati per mesi. Aspettavano di coglierli sul fatto. Poi il blitz, quello che ha messo fine all’attività di spaccio dei tre, un 30enne fanese di recente trasferitosi a Pesaro – considerato il corriere del gruppo - e due ragazzi albanesi.

LEGGI IL RACCONTO DEL BLITZ

Oltre alla droga, sono stati sequestrati anche dei contanti e cinque cellulari. Le rubriche dei telefoni sono finite al vaglio degli uomini della caserma di Fano, impegnati a scandagliare i vari contatti per trovare nuove importanti informazioni. Gli arresti di venerdì, infatti, rappresentano una tappa importante per la lotta allo spaccio, ma non è affatto un punto di arrivo. Le indagini sono partite da Fano, ma coinvolgono quantomeno anche la Romagna. L’obiettivo è individuare i protagonisti dell’intera filiera della droga. Arrivare ai “pesci grossi”, ovvero ai fornitori che, con le loro attività criminali, distribuiscono gli stupefacenti che arrivano nelle nostre zone.








Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2018 alle 23:53 sul giornale del 28 marzo 2018 - 579 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aS7q





logoEV
logoEV